tenna

Forte, l’apertura è ancora lontana

Il sindaco: «Contiamo di inaugurarlo assieme al parco nel 2018»

di Gianluca FIlippi

TENNA. Sembra la storia infinita, ma quando burocrazia ed enti pubblici si mescolano, purtroppo non potrebbe essere diversamente. Stiamo parlando del Forte di Tenna, che a 5 anni dalla conclusione dei lavori di riqualificazione si trova ad essere ancora inaccessibile. Nella seduta dell’altra sera il consiglio comunale di Tenna ha approvato un accordo con il Comune di Levico Terme per la gestione coordinata delle visite guidate e la promozione di iniziative per la valorizzazione dei principali siti di interesse storico-culturale nei territori di Levico Terme, Tenna e Vignola Falesina, che sono poi - oltre alla fortezza di Tenna - il Forte delle Benne di Levico, il forte Busa Grande in località Compet e il Forte del Pizzo in Vezzena. Un modo per aggrapparsi alla speranza di vederlo prima o poi aperto e sfruttare il know how del Comune di Levico con il Forte delle Benne, all’interno del quale organizza visite guidate grazia ad un volenteroso gruppo di giovani e storici locali. In realtà non sarà domani, perché si sta ancora attendendo la conclusione di una serie di attività più o meno amministrative da parte della Provincia che riguardano il Forte di Tenna: idoneità statica, certificazione impianti elettrici e così via. Il Comune di Tenna si era occupato invece dei lavori di adeguamento relativi ad alcune prescrizioni normative per poter ospitare eventi di natura culturale: luci di emergenza, corrimano, parapetti.

Nel frattempo sono partiti anche i lavori di realizzazione del parco che circonda il forte: si tratta di un investimento di 550 mila euro a carico della Provincia che completerà l’opera, con punti di osservazione, servizi igienici, piantumazione adeguata. «Contiamo di poter arrivare all’apertura del forte e all’inaugurazione del parco per l’anno prossimo», racconta sottovoce e incrociando le dita il sindaco Antonio Valentini.

Per il resto, il consiglio ha approvato il rendiconto finanziario con un avanzo di amministrazione di 177 mila euro, che potrà essere utilizzato per completare i lavori di pavimentazione della centrale via Alberé, nei tratti non ancora interessati, ovvero quello a monte del Municipio e quello in zona scuole. A proposito di scuole, ratifica di bilancio in consiglio per un provvedimento d’urgenza fatto dalla giunta, riguardante l’asfaltatura dei piazzali delle scuole, ponendo fine all’annoso problema di una pavimentazione naturale ma molto polverosa ed inadeguata. Infine, approvato il bando per la concessione del servizio di Tesoreria 2018-2022 e l’affidamento a Trentino Riscossioni dell’attività di riscossione delle entrate tributarie e patrimoniali.