IL PROCESSO

Aggressione di stampo razzista

 TRENTO. Sono accusati di aver aggredito e insultato con epiteti a sfondo razziale due giovani di Verona. Per questo tre giovani trentini, Luca Ferrante, 25 anni, Francesco Ferigolli, 20 anni, Alfredo Armanini, 28 anni sono finiti a processo. Secondo l'accusa avrebbero aggredito due giovani gridando loro: «Palestinese di m...» ed «ebreo figlio di p...». Non si sarebbero limitati alle parole. Avrebbero anche aggredito a calci e pugni i due, uno dei quali indossava una kefiah, indumento tipico palestinese. Uno dei due giovani aggrediti ha riportato lesioni guaribili in nove giorni. I tre aggressori avrebbero anche strappato la kefiah indossata da uno degli aggrediti. L'avvocato dei tre giovani trentini, Stefano Galli, respinge tutte le accuse. Sostiene che i suoi assistiti sarebbero intervenuti solo per sedare una rissa e che non avrebbero aggredito nessuno, ma solo cercato di far tornare la calma. Ieri si è aperto il processo davanti al giudice Arianna Busato. Il processo, però, è stato rinviato.