il lutto

Addio a Guido Rizzi, fondò la pizzeria alle Laste

Aveva 73 anni. La sua intuizione nel 1974 fu di portare una pizzeria in un quartiere di collina: e fu un successo (nella foto la famiglia Rizzi davanti al locale)

di Daniele Peretti

TRENTO. La fortunata intuizione di Guido Rizzi fu quella di portare una delle prime pizzerie della città in un quartiere collinare: alle Laste. La zona più conosciuta della città negli anni settanta grazie al Santuario ed un’edilizia di pregio che portava alla realizzazione delle prime villette a schiera della collina.

La pizzeria Alle Laste si trova proprio all'inizio delle via con i primi insediamenti abitativi. Guido Rizzi classe 1948, nominato Cavaliere nel 1983, è scomparso alla fine della scorsa settimana: non era conosciuto solo per essere tra i fondatori della pizzeria tra le più longeve di Trento, ma anche per aver lavorato all'Hotel Panorama di Sardagna, all'Antica Trattoria Ai Due Mori, con stagioni trascorse a Campiglio ed in Svizzera.

Guido e la moglie Flora avevano lavorato anche nella pizzeria di Eugenio Tabarelli de Fatis ed in quel locale di piazza Duomo stabilirono anche un record: in 20 mesi sfornate 96 mila pizze. Nella carriera di Guido Rizzi non manca nemmeno il titolo di Campione del Mondo dei Pizzaioli.

Nel 1973 Guido Rizzi è dipendente di un bar trattoria alle Laste giunto ormai al capolinea. Con la moglie decide di rilevarlo, lo ristruttura e a fine 1974 inaugura la nuova pizzeria che ancor oggi a 46 anni di distanza è una delle più frequentate della città.