IL FATTO

Travolto da una valanga sul Bondone, scialpinista trascinato a valle per 300 metri: salvo

L’uomo, 40 anni, è riuscito ad emergere da solo dalla massa nevosa

TRENTO. Momenti di paura stamane, 12 gennaio, sul Monte Bondone per uno scialpinista colpito da una valanga a lastroni di piccole dimensioni che si è staccata poco sotto cima Verde.

L'uomo, 40 anni, è stato coinvolto, ma senza conseguenze gravi. Aveva cominciato la discesa da cima Verde quando, da una prima ricostruzione, ha preso un cumulo di neve ventata ed è stato trascinato a valle per circa 300 metri. 

L'allarme al Numero Unico per le Emergenze 112 è scattato poco dopo le 11 da parte dei due compagni di escursione che si trovavano in cima ed hanno visto l'amico trascinato dal distacco nevoso.

Il Tecnico di Centrale Operativa del Soccorso Alpino e Speleologico ha chiesto l'intervento dell'elicottero che ha sorvolato l'area e, in breve tempo, ha individuato lo scialpinista circa 300 metri più a valle, già in superficie e in buono stato di salute. L'uomo è stato raggiunto dal Tecnico di Elisoccorso, che era stato fatto sbarcare poco distante in hoovering, ed è stato recuperato a bordo del velivolo.

È stato trasferito al nucleo elicotteri dove un'ambulanza lo ha portato all'ospedale Santa Chiara di Trento per accertamenti. Nelle operazioni di recupero, non è stato necessario l'intervento degli operatori della Stazione Trento - Monte Bondone, a disposizione dell'elisoccorso in caso di necessità.