bolzano

Tentò di uccidere il fratello a coltellate, l'accusa chiede 8 anni

Ivo Rabanser il 30 ottobre 2021 fece irruzione di notte nella casa di Selva Gardena accoltellando il fratello Martin



BOLZANO. Udienza con rito abbreviato, oggi (1 dicembre) davanti alla gup Elsa Vesco, a carico di Ivo Rabanser, il gardenese di 42 anni accusato del tentato omicidio di suo fratello Martin. La pm Federica Iovene ha chiesto una condanna a 8 anni di reclusione.

I fatti risalgono al 30 ottobre 2021 quando Ivo Rabanser, che da molti anni aveva interrotto ogni rapporto con la sua famiglia d'origine e viveva a Verona, fece irruzione di notte a Selva di Val Gardena nella casa del fratello Martin, accoltellandolo e ferendolo gravemente. La moglie di Martin, Monika Lardschneider, riuscì a fuggire e a dare l'allarme.

Il movente dell'improvvisa aggressione non è stato ancora del tutto chiarito da parte dell'imputato, che è stato comunque riconosciuto capace di intendere e di volere da una perizia psichiatrica.

Gli avvocati difensori hanno chiesto di derubricare il reato contestato da tentato omicidio a lesioni gravi. La sentenza è attesa in occasione della prossima udienza il 21 dicembre. 

















Montagna







Dillo al Trentino