CULTURA

Sito archeologico di S.Martino, concluso restauro

Presentazione rinviata per l'emergenza sanitaria
 

TRENTO. Conclusi a Vervò, in val di Non, gli interventi di restauro e allestimento del sito archeologico di San Martino.

Le ricerche, condotte dal 2008 al 2016 dall'Ufficio beni archeologici della Soprintendenza per i beni culturali della Provincia autonoma di Trento con il sostegno dell'amministrazione comunale, hanno riportato alla luce un luogo della memoria che copre un arco temporale di oltre duemila anni.

L'area archeologica nei pressi della chiesa ha restituito tracce di presenza umana dalla preistoria all'epoca altomedievale.

A causa dell'emergenza sanitaria la presentazione pubblica del sito è al momento rimandata, informa la Provincia.

Il sito di San Martino è una nuova tappa nell'ambito di un più ampio itinerario in cui si inseriscono il Museo Retico di Sanzeno, le aree archeologiche dei Campi Neri di Cles e i percorsi naturalistici recentemente ripristinati nel territorio della Predaia e la residenza nobiliare di Castel Thun.