Ognissanti 

Tutti chiusi i cimiteri per timore del contagio 

Rovereto. La decisione di chiudere i cimiteri oggi e domani è arrivata solo due giorni fa, quando ormai il programma delle cerimonie era stato definito fino ai dettagli. Con la previsione di liturgie...

Rovereto. La decisione di chiudere i cimiteri oggi e domani è arrivata solo due giorni fa, quando ormai il programma delle cerimonie era stato definito fino ai dettagli. Con la previsione di liturgie più brevi e senza la comunione, per ridurre al massimo gli assembramenti, e fissando un numero massimo di due persone per ogni tomba da visitare. Si era predisposto anche un servizio da parte dei vigili urbani, incaricati di verificare che all’interno dei camposanti roveretani fossero rispettate le misure minime di distanza tra le persone. E invece l’ordinanza di Fugatti, che a sorpresa ha confermato l’apertura di bar e ristoranti ma ha decretato la chiusura dei cimiteri, ha cancellato tutto. Oggi i cimiteri sono chiusi, tutti e senza eccezioni.

In verità una misura che è stata aggirata dalla gran parte dei roveretani: ieri sui cimiteri si sono riversati tutti coloro che ci sarebbero andati oggi. Di fatto se l’intenzione era evitare assembramenti, li si è solo anticipati di un giorno. Senza nemmeno il controllo dei vigili sul distanziamento sociale.