storia a lieto fine

La volpe cade nel canale a Mori ma viene salvata

L'animale è rimasto aggrappato con le zampe anteriori fino a quando un gruppo di persone l’ha strappata alle acque gelide

LE FOTO. Estratta dall'acqua, riscaldata, portata al sicuro per essere curata: il salvataggio della volpe 

di Daniele Peretti

MORI. Decisamente fortunata quella volpe che cade nelle gelide acque del canale Biffis di Mori, riesce in qualche modo a restare artigliata alla riva grazie ad alcuni arbusti, viene notata dai rari passanti sulla ciclabile che si attivano per salvarla.

E’ stato un vero e proprio gioco di squadra che è risultato vincente grazie anche alla collaborazione della sfortunata volpe che non aveva decisamente nessuna voglia di lasciarsi andare e che così è sfuggita ad una morte certa.

Complimenti anche ai soccorritori che non hanno lasciato nulla al caso pur di aiutare il povero animale. Una di loro, Nadia Girelli, racconta le fasi del soccorso: “Quella che racconto e sembra una favola è una storia vera, accaduta ieri, domenica 9 gennaio, lungo la strada ciclabile del canale Biffis e come tutte le favole la facciamo iniziare con " c'era".

Ebbene, intorno a mezzogiorno di oggi c'era una volpe che stava annegando; solo la forza della disperazione le permetteva di restare aggrappata con le unghie delle zampe anteriori alle pareti ripide e scivolose del Biffis, mentre metà corpo e la coda erano immerse nell'acqua fredde gelida di gennaio.

Da lì passava correndo Nicola, un ragazzo che, vista la scena, non ha esitato a chiedere aiuto. Io stavo camminando nelle vicinanze e sono intervenuta con i miei amici Paola, Renzo e la cagnolina Bubi. Sono arrivati anche quattro ragazzi a cavallo e da lì sono iniziate le operazioni di recupero e soccorso come una catena, dove gli anelli si incastravano e magicamente ognuno andava al suo posto: un cavaliere ha fornito la corda e Nicola, legato in sicurezza alla fune, ha recuperato la volpe, passandola poi al cavaliere che l'ha appoggiata delicatamente sull'erba.

Mori, la volpe salvata dalle gelide acque del canale Biffis

Una volpina stava per annegare domenica mattina nel canale Biffis, a Mori. Ma una catena umana di soccorritori "improvvisati" l'ha salvata dalle gelide acque. Ecco le foto del salvataggio - LEGGI L'ARTICOLO

La mia amica Paola non ha esitato a togliersi la bella giacca indossata per coprire la bestiola che tremava e non riusciva a muoversi. Altri passanti sono intervenuti e tutti si davano da fare: chi per strofinare, scaldare e tenere in vita il corpicino intirizzito, chi per pulire le zampette sanguinanti. Io ero addetta ai soccorsi telefonici e così sono stati allertati la protezione civile, la polizia provinciale veterinaria, la clinica per gli animali selvatici.

Sono arrivate coperte termiche portate da Riccardo, chiamato al telefono dalla mamma, la giacca a vento gialla che Virginia dagli occhi blu si è tolta e generosamente ha offerto e, infine, la telefonata di salvezza: “Siamo volontari della clinica degli animali, stiamo arrivando col trasportino "

" Bene, noi vi veniamo incontro con la volpe avvolta nelle coperte, fate presto."

Alla fine la volpe, che sembrava morta, apriva gli occhioni nelle coperta i cui lembi tenuti con forza da Nicola, Renzo e un altro giovanissimo volontario ne permettevano "il viaggio" verso la salvezza. Poi, delicatamente, veniva traslata nel trasportino, verso le cure che l'avrebbero rimessa in piedi.

Tanti sorrisi tra noi, tanti ringraziamenti, tanta soddisfazione e, soprattutto, tanta gioia nel vedere persone e ragazzi generosi, tenaci e coraggiosi che si curano di chi è in difficoltà e nn esitano a correre in aiuto”.