I Civici si scoprono: Valduga resta il loro candidato sindaco 

Verso il voto. Venerdì al Brione l’assemblea che ha confermato Cemin come coordinatore e chiarito la linea: continuità programmatica e di guida con la consiliatura ormai al termine



Rovereto. Il quadro si delinea e ormai è il momento degli affondi. Perché i giochi si fanno adesso, in una direzione o nell’altra, per avere il tempo di far “passare” il messaggio in città e preparare nel modo migliore l’appuntamento elettorale di inizio maggio.

I Civici per Rovereto sono la spina dorsale della maggioranza attuale. Hanno perso pezzi importanti e vissuto anche un travaglio interno pesante. Ma dal loro incontro ufficiale, venerdì sera, è uscito un messaggio forte e chiaro: confermano tutta la loro convinzione nei valori del civismo e la loro terzietà rispetto alle posizioni politiche tradizionali. Ma anche e forse soprattutto, ribadiscono il giudizio pienamente positivo dell’azione di governo di Francesco Valduga e lo lanciano come candidato sindaco per i prossimi cinque anni, in un’ottica di continuità con l’amministrazione attuale. «Venerdì 13 dicembre - è la nota ufficiale diffusa ieri pomeriggio - si è svolta presso la sala della Circoscrizione del Brione, l'assemblea della lista “Civici per Rovereto”, che doveva rinnovare le cariche del direttivo e tirare le somme di quest'ultimo anno di legislatura.

Un confronto partecipato, che ha ribadito la equidistanza dai partiti nazionali e la collocazione dei Civici in un'area riformista che crede fermamente al valore delle Politica, che in questi cinque anni di governo della comunità roveretana si è cercato di portare tra la gente. Una linea di continuità programmatica con quanto finora svolto dall'amministrazione comunale quindi, di cui la lista è espressione diretta, con molti i risultati raggiunti, e la necessità e l'importanza di dare seguito all'esperienza amministrativa fin qui molto positiva.

Le cariche del direttivo sono state quindi in parte rinnovate ma con la conferma unanime di Claudio Cemin come coordinatore, affiancato da Andrea Miniucchi, Manola Leo, Maurizio Tomazzoni e Simone Zuccatti. L'obiettivo è riproporre una linea politico-amministrativa in continuità con i cinque anni trascorsi, rivendicandone la valenza e l'idea di città che hanno espresso, e confermando all'unanimità l'appoggio al sindaco Francesco Valduga».

Quindi riepilogando, i Civici che sono al tavolo con Pd, Azione, Upt, Patt e Futura danno una chiara indicazione agli alleati: candidato sindaco e continuità programmatica per loro sono scontati. L.M

















Cronaca







Dillo al Trentino