Il primo tratto 

La ciclovia in primavera

Riva. I lavori del primo (sotto)tratto trentino della ciclovia del Garda, dal porto al sottopasso del Ponale, saranno finiti entro primavera: questa, almeno, è la previsione formulata del dirigente...

Riva. I lavori del primo (sotto)tratto trentino della ciclovia del Garda, dal porto al sottopasso del Ponale, saranno finiti entro primavera: questa, almeno, è la previsione formulata del dirigente del Dipartimento infrastrutture e trasporti della Provincia Stefano De Vigili, in risposta all’interrogazione presentata dal consigliere comunale Mario Caproni al sindaco Cristina Santi, che l’ha poi girata per competenza a Trento. L’ex vicesindaco di Riva, oltre a domandare il cronoprogramma, ha chiesto se sia vero che tutta la ciclopedonale da Riva a Limone sia già interamente finanziata dalla Provincia. «Il tratto di nuova ciclovia da Riva a Limone, che fa parte della ciclovia del Garda, è – ha risposto De Vigili – già interamente finanziato per la spesa presunta di circa 24 milioni di euro e quantificata in sede di valutazione di fattibilità tecnico-economica. La ciclovia tra Riva e Limone è suddivisa in tre unità funzionali (Uf): Uf1 Riva-Galleria di Orione (2,672 km), Uf2 Galleria di Orione-Galleria dei Titani (0,982 km), Uf3 Galleria dei Titani-Confine (2,777 km). Ciascuna di tali unità funzionali, peraltro, può essere realizzata in sottounità, in relazione alle difficoltà tecniche riscontrate. Allo stato attuale si stima che i lavori relativi all'unità funzionale Uf1.1 “Riva-Sottopasso Ponale", consegnati il 07.09.2020, avranno termine nella primavera del 2021; i lavori della Uf1.2, “Sottopasso Ponale-Galleria di Orione (o Spiaggia dello Sperone)", attualmente in corso di progettazione, si avvieranno nel 2021. La progettazione delle altre unità sarà avviata a partire dal 2021». M.CASS.