Innovazione

Phononic Vibes di Rovereto tra le 10 startup universitarie più promettenti d’Europa

Lo spin off del Politecnico di Milano studia i metamateriali per costruire barriere fonoassorbenti sostenibili per l’edilizia, l’automotive e i trasporti

TRENTO. Parla italiano, anzi “trentino”, l’Eurovision 2021 delle startup. Tra le 10 startup universitarie più promettenti del continente, secondo il magazine EU-Startups, c’è infatti anche Phononic Vibes di Rovereto.

Lo spin off del Politecnico di Milano, decollata nel 2018 in Progetto Manifattura, può contare attualmente su un team di 14 ricercatori, esperti di metamateriali.

Il loro obiettivo è quello di “reinventare il silenzio”, ovvero utilizzare le proprietà di questi innovativi materiali artificiali per costruire soluzioni ecosostenibili e durature per il controllo del rumore e delle vibrazioni.

Gli ambiti di applicazione si prospettano numerosi e i più immediati sono il settore dell’automotive, dell’edilizia e dei trasporti. Tra i primi clienti della startup c’è infatti il colosso tedesco delle ferrovie Deutsche Bahn, interessato a sviluppare nuove soluzioni per ridurre i disagi causati a chi vive in prossimità dei binari dalle vibrazioni e dal rumore dei treni in transito.