OLIMPIADI

Per Zaia i Giochi a Cortina non sono un'utopia

Non tramonta il sogno di un'edizione dei Giochi delle Dolomiti per il 2026

VENEZIA. «I rapporti con il presidente del Coni, Giovanni Malagò, sono ottimi e costanti». Lo ha dichiarato Luca Zaia, presidente del Veneto, durante la registrazione di una trasmissione dell'emittente "Antenna 3", in riferimento alla manifestazione d'interesse per le Olimpiadi 2026.

«Ho comunicato a Malagò la nostra idea, estesa anche alle Province di Trento e Bolzano - ha spiegato Zaia - e prontamente il presidente del Coni ci ha messo a disposizione il competente ufficio del Comitato olimpico, in particolare la dirigente Diana Bianchedi, ex olimpionica, che cortesemente ci ha fatto avere la documentazione necessaria per presentare la manifestazione d'interesse, entro la data fissata del 31 marzo, avendo modo di interloquire successivamente con il dirigente incaricato della Regione, e verificando che fosse redatta nel modo corretto».

Zaia ha confermato di aver risentito Malagò nei giorni scorsi, confermandogli che entro 31 sarebbe stata stata formalizzata la proposta del Veneto. «Apprezzo che il presidente del Coni Malagò abbia affermato che c’è anche Cortina e sono più fiducioso», ha aggiunto il governatore