DROGA

Val di Non, studente neomaggiorenne arrestato per spaccio fuori da scuola

Il giovane nascondeva nello zaino 28 dosi di hashish. Il cane antidroga dei carabinieri lo ha smascherato

TRENTO. Uno studente da poco maggiorenne che nascondeva nello zaino 28 dosi di hashish da un grammo ciascuna è finito agli arresti domiciliari con l'accusa di detenzione di droga ai fini di spaccio.

I carabinieri lo hanno arrestato nei pressi della sua scuola, in valle di Non, pochi minuti prima che la campanella suonasse l'inizio delle lezioni, grazie al fiuto allenato di Heni, un pastore belga addestrato per la ricerca di stupefacenti, che ieri ha affiancato i militari della Compagnia di Cles nei controlli per l'operazione «scuole sicure».

Il luogo in cui è stato accertato il reato ha aggravato la posizione del ragazzo: la legge sugli stupefacenti prevede l'inasprimento della pena per chi cede droga in prossimità di scuole o ai minori. Nel frattempo proseguono gli accertamenti per stabilire a chi fosse destinato l'hashish sequestrato.