Un team al femminile per lanciare la Val di Non 

“TrentinAvventura”. L’iniziativa di otto donne: valorizzare itinerari, ambiente, cucina e cultura raccontando su Facebook e Instagram le tante uscite. A partire da quelle in volo su ultraleggeri 

di Fabrizio Brida

Val di non. In volo sopra le Dolomiti per dare uno sguardo dall’alto alla Val di Non. Quella vissuta a bordo degli ultraleggeri del Club Puma, grazie alla preziosa collaborazione del Campo Volo di Termon, è stata un’esperienza unica per un gruppo di 8 ragazze che amano raccontare il proprio territorio. Si tratta di “TrentinAvventura”, team tutto al femminile nato a marzo dell’anno scorso, che ha come obiettivo quello di offrire alle persone la possibilità di immergersi in percorsi ricchi di emozioni che rendono unico il Trentino: dalle tradizioni all’ambiente, dal territorio alla cultura, dalle uscite in e-bike ai voli tra le nuvole. Lo scopo è proprio quello di riscoprire e valorizzare i meravigliosi itinerari della zona, la sua gente, la sua cucina, costruendo un network vincente attraverso lo sguardo vivace della donna.

Omaggio alla valle

Nell’arco dello scorso anno sono state effettuate diverse uscite, la maggior parte in Val di Non, proprio perché il team è per lo più composto da ragazze nonese che hanno voluto omaggiare in primis la loro valle. “In volo sopra le nuvole” è stata una tra le esperienze più suggestive che Heléna Stangoni, Jessica Remondini, Jessica Seppi, Sonia Chini, Sara Moser, Samantha Cisneros, Anna Brugnara e Antonella Pizzimenti hanno organizzato. A bordo degli ultraleggeri hanno avuto l’opportunità di volare sopra la valle, godendo di panorami incredibili e scorci mozzafiato.

Una guida divertente

Attraverso i social, poi, l’intento del gruppo è di creare, soprattutto per il mondo “rosa”, una specie di guida semplice, divertente, fresca ed educativa. È stato proprio l’amore per un territorio dalle mille sfaccettature a spingere Heléna Stangoni e Jessica Remondini a fondare questa nuova realtà.

Percorsi sconosciuti

«L’idea è nata mentre stavamo percorrendo un sentiero del Cammino Jacopeo d’Anaunia che parte da Tres e arriva fino a Castel Thun – spiegano Heléna e Jessica, mamma e figlia – si tratta di un percorso troppo poco conosciuto, così abbiamo pensato che fosse un peccato che tante esperienze e tanti itinerari siano sconosciuti ai più. Abbiamo quindi deciso di darci da fare, soprattutto attraverso il canale dei social, per far scoprire, o in alcuni casi riscoprire, questi percorsi sia alla gente del luogo che ai turisti. Sul nostro sito e sulle pagine Facebook e Instagram si possono trovare foto, video e racconti di ogni avventura». Un modo simpatico e divertente, dunque, per immergersi in un territorio che ha tanto da raccontare. Ma anche per stare insieme, con uno sguardo vispo su ciò che ci circonda.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.