acqua minerale

Peio, la Provincia vuole assegnare la concessione “Fonte Alpina”

Via alla procedura per la presentazione di osservazioni e opposizioni (foto Pat) 

PEIO. È stato approvato e pubblicato l’avviso con il quale la Provincia autonoma di Trento manifesta la volontà di assegnare la concessione “Fonte Alpina” per lo sfruttamento dell’acqua minerale da imbottigliamento nel comune di Peio. Lo prevede una determina del Servizio industria della Provincia.

Si tratta del primo passo per l’assegnazione tramite la nuova procedura ad evidenza pubblica delle concessioni di acque minerali, prevista da una legge provinciale che ha recepito i principi di trasparenza e tutela della concorrenza di derivazione comunitaria. Con un successivo avviso pubblico sarà indetta la procedura per l’aggiudicazione della concessione, con l’indicazione del termine per la presentazione delle domande e le modalità di svolgimento.

L’obiettivo è di consentire la partecipazione da parte della collettività a questo percorso. A tal fine, entro trenta giorni dalla data di pubblicazione dell’avviso, chiunque ha interesse può presentare osservazioni e opposizioni scritte al Servizio Industria, ricerca e minerario della Provincia, in via Guardini 75 – 38121 Trento (pec serv.industriaricercaminerario@pec.provincia.tn.it).

L’avviso è pubblicato - ai sensi dell’articolo 9 comma 4 bis della legge provinciale 14/2020 - sul sito istituzionale della Provincia https://www.provincia.tn.it/Argomenti/Economia-imprese-e-attivita-produttive/Attivita-estrattive e sull’albo del Comune di Peio.