Dillo al Trentino

La strada dove le auto sfrecciano veloci e in cui accompagnare i bambini è ogni giorno più rischioso

La segnalazione: «A Castelletto di Ton tra la fermata bus e le nostre case dobbiamo camminare a pochi centimetri da auto velocissime. Non c’è marciapiede, non ci sono strisce pedonali e soprattutto col maltempo i pericoli sono sempre più alti»

LA NOSTRA MAPPA INTERATTIVA
 

VIGO DI TON. Quando la strada è tutta dritta c’è chi ne approfitta per pigiare sull’acceleratore. Ma se su quella stessa strada sono costretti a camminare i bambini assieme ai loro genitori perché non ci sono marciapiedi e non ci sono nemmeno strisce pedonali per attraversarla, beh allora la questione si fa seria e pericolosa.

È questa la situazione denunciata con una mail a “Dillo al Trentino” da parte di un gruppo di residenti di Castelletto di Ton.

Ecco la segnalazione: «Buonasera,vi scrivo per una lamentela. La nostra famiglia (composta da me e mia moglie e due bimbi di 4 e 8 anni) abita a Castelletto di Ton. Tutti i giorni dal lunedì al venerdì  in orari differenti andiamo alla fermata del pullman a prendere i nostri bimbi che arrivano con lo scuolabus.

Fino qui tutto ok. Se non fosse che normalmente dobbiamo camminare sul ciglio di una strada per raggiungere la fermata, il tutto sprovvisto di strisce pedonali, semafori e dovendo fare attenzione a non essere investiti da macchine che invece che rispettare i 50 all'ora sfrecciano anche al doppio della velocità».

I residenti della zona hanno interessato del problema l’amministrazione comunale, al momento senza successo. «Abbiamo fatto presente il tutto al sindaco di Vigo di Ton circa 4 mesi fa... Ma sul momento nulla è cambiato».

LA NOSTRA MAPPA INTERATTIVA

«Oggi secondo me abbiamo raggiunto il massimo... Camminare sul bordo strada stando attenti a non scivolare... Alle macchine che passano comunque veloci anche con un fondo stradale pericoloso. E noi con in braccio i bambini».

«Chiedo se sia possibile tramite il vostro progetto “Dillo al Trentino” fare presente questa cosa. Tra le altre cose, per arrivare a casa dobbiamo anche attraversare la strada e come già detto non ci sono strisce pedonali lungo la via. Il problema non è solo nostro ma di tante altre famiglie nella nostra condizione, ma credo che anche un'eventuale raccolta firme non servirebbe a nulla

Noi con i bambini dobbiamo camminare all’interno della riga bianca. Il sindaco ha detto che l’anno scorso aveva presentato un progetto in provincia per realizzare un marciapiede ma al momento non si sa nulla. Riteniamo che qui servirebbe almeno un'isola in mezzo alla strada in modo da rallentare le macchine», concludono i residenti.

Avete una segnalazione? Mandate una mail a dilloaltrentino@giornaletrentino.it oppure mandateci un messaggio in direct sulla nostra pagina Facebook.