animali

L'orso M78 è stato liberato dal radiocollare: «Esemplare non confidente»

Il giovane mammifero, 2 anni e mezzo, ha ripreso progressivamente confidenza con l’ambiente della bassa Val di Non



TRENTO. Il personale del Corpo forestale trentino ha recuperato stamani (14 agosto) nei boschi della Bassa Val di Non il radiocollare dell’orso M78.

Il giovane esemplare di 2 anni e mezzo era stato reimmesso in natura a inizio giugno, dopo essere stato curato presso il centro faunistico del Casteller a causa di un investimento stradale.
L'animale si è pian piano riabituato al suo ambiente. Monitorati via Gps, i suoi movimenti sono sempre stati elusivi e a distanza da zone antropizzate, suggerendo un comportamento schivo nei confronti dell'uomo.
Attraverso le informazioni trasmesse dal radiocollare, il Corpo forestale ha verificato inoltre le ottime capacità di spostamento dell’orso, sintomo della sua buona salute.
Con il recupero del radiocollare – informa la Provincia – si conclude dunque la fase di monitoraggio intensivo dell’animale.

Con l'occasione si ricordano i comportamenti da adottare in caso di incontro con un orso:

Prevenzione

- Segnala per tempo la tua presenza facendo del rumore o parlando ad alta voce
- Tieni il tuo cane sempre al guinzaglio
- I rifiuti abbandonati potrebbero attrarre gli orsi. Utilizza i cassonetti o tieni con te gli avanzi e portali a casa

Avvistamento

- Se l’orso non ti ha notato, torna in silenzio sui tuoi passi senza disturbarlo
- Se l’orso ti ha notato, attendi che si allontani prima di proseguire e non inseguirlo nemmeno se sei in auto
- Non rimanere mai vicino ad un orso per osservarlo o fotografarlo

Incontro

- Se l’orso rimane fermo, allontanati senza correre
- Se l’orso si avvicina o si alza sulle zampe posteriori, resta fermo e fai sentire la tua voce senza urlare
- Se l’orso attacca, rimani al suolo faccia a terra con le mani sulla nuca.

















Cronaca







Dillo al Trentino