Con una serata sui robot riparte “Avvianaunia” 

I giovani ed il loro futuro nel lavoro i temi del progetto promosso dal Comune  In programma c’è anche un percorso per imparare a condurre le riunioni

VILLE D'ANAUNIA. Giovani e lavoro, riparte dopo l’edizione d’esordio un anno fa il progetto di animazione territoriale “Avvianauna” promosso dal Comune di Ville d’Anaunia nell’ambito del Piano Giovani “Fuori dal comune” che interessa pure Cles, i paesi del Mezzalone e vede la collaborazione degli istituti d’istruzione superiore Russell e Pilati di Cles, nonché del Gruppo Giovani soci della Cassa Rurale.

Un anno fa la prima edizione di Avvianaunia ha coinvolto ben 250 giovani e famiglie, numeri che la dicono lunga sul bisogno di informazioni e di indirizzo di futuro che riguarda la collettività di Ville d’Anaunia, ma non solo. L’altra sera a Tuenno in municipio la presentazione dell’iniziativa con il sindaco Francesco Facinelli e da parte del consigliere delegato per le politiche giovanili Graziano Tolve, affiancato da Samuel Valentini, consigliere di minoranza (gruppo Ora). «Questo a dimostrazione che tutto il consiglio comunale è compatto su queste tematiche che riguardano il futuro vero della nostra comunità, che si gioca attorno alla possibilità di dare ai giovani condizioni di poter vivere nel loro territorio guardando al futuro» - ha esordito Tolve elencando i cinque appuntamenti di questa edizione di Avvianaunia, che sarà condotta, come la prima, da un gruppo di lavoro con i due consiglieri Tolve e Valentini, Claudio Dallago del Gruppo Giovani Cassa Rurale, la psicologa Miriam Giuliani e il coordinamento del jobtrainer Marco Parolini, esperto di formazione.

Il progetto prenderà il via venerdì 12 ottobre alle 20, nell’aula magna delle scuole di Tuenno con una serata su “L’intelligenza artificiale spiegata con parole semplici”. Relatore un promettente giovane ricercatore noneso, Andrea Micheli (di Cles) che dopo esperienze di studi all’estero è tornato in Trentino per portare avanti le sue ricerche alla Fbk (Fondazione Bruno Kessler) di Trento. L’intelligenza artificiale e tutto il complesso mondo dell’automazione e della robotica sono infatti lo sfondo in cui si muove questo progetto per le implicazioni che indubbiamente ci saranno non solo sulla qualità del lavoro ma anche sui posti d’impiego a disposizione. I posti disposizione per la serata, con moderatore Marco Paolini, sono limitati (30) e serve l’iscrizione ad avvianaunia@gmail,com.

Gli altri appuntamenti sono il 3-4 novembre con il “Primo campus Yac” per massimo 15 ragazzi dai 17 ai 19 anni ragazzi, che si terrà in zona Alto Garda con l’obiettivo di dare idee e orientamenti sulle future scelte universitarie e/o lavorative. Il 10 – 11 novembre c’è “Sos riunioni”, un vero e proprio percorso di formazione destinato alle associazioni e a tutti i cittadini per imparare metodi e strumenti per la conduzione delle riunioni. Completano il programma un laboratorio per le famiglie sempre in tema di orientamento al lavoro e la visita, in gennaio, alla Maccatronica di Rovereto.

La partecipazione agli eventi è libera e gratuita tranne per il campus Yac per i quali si chiede ai partecipanti un contributo di 80 euro per la logistica; l’iscrizione scade il 26 ottobre. «In Avvianaunia crediamo molto, è un progetto che per Ville d’Anaunia sta diventando un marchio che ci fa onore. Il lavoro, i giovani e la natalità sono strettamente legati ed è qui che si gioca il nostro futuro» - la conclusione di Facinelli che ha assicurato il pieno sostegno del Comune a questa e alle future edizioni del progetto. (g.e.)