maltempo

Tempesta in Val di Fassa, oltre 200 sfollati nella notte. Riaperta la statale 48

Circa 40 persone già rientrate a casa. A Fontanazzo un masso incombe sul paese, sarà fatto brillare

IL NUBIFRAGIO – Bomba d’acqua in val di Fassa, almeno cento persone evacuate
I SOCCORSI – Rientrati a casa i primi evacuati



TRENTO. Notte ininterrotta di lavoro per i Vigili del Fuoco e per la protezione civile, che hanno messo in salvo più di 200 persone a seguito del violento nubifragio che ieri ha colpito diverse località della Val di Fassa.

Le frane e le colate di fango hanno costretto abitanti e turisti a evacuare abitazioni e alberghi per trasferirsi nelle strutture d'emergenza predisposte a Mazzin, Vigo di Fassa e Pera di Fassa.

In seguito agli accertamenti, circa quaranta persone hanno potuto far ritorno nelle proprie case.

A Fontanazzo sono arrivati i Vigili del Fuoco di Trento assieme ai corpi volontari dei Vigili del Fuoco locali e ai geologi della Provincia: l'imponente masso che incombe sull'abitato sarà presto fatto brillare.

















Cronaca







Dillo al Trentino