l’evento

Festival dello sport, oltre 50mila presenze e hotel occupati all'84%

Più di 300 i campioni alla quinta edizione della kermesse. Il direttore scientifico Gianni Valenti: «Il format piace, continueremo così arricchendolo di novità»



TRENTO. Ha chiuso i battenti con oltre 50.000 presenze la quinta edizione del Festival dello sport di Trento, dove più di 300 campioni nazionali e internazionali hanno raccontato le loro imprese sportive e la loro storia, in più di 130 eventi pubblici

Le strutture alberghiere campione monitorate nel periodo compreso dal 19 al 25 settembre - informa la Provincia - hanno visto un'occupazione media dell'84%

Un pubblico numeroso tornato ai livelli pre-pandemici, che ha riempito le sale, i teatri, le piazze durante le numerose attività outdoor, le mostre e che a tal proposito ha convinto gli organizzatori a prorogare la mostra dedicata a Federica Pellegrini fino al 2 ottobre. A questo pubblico si è aggiunta una grandissima platea digitale di quanti hanno seguito il Festival online. Gazzetta.it e ilfestivaldellosport.it hanno ottenuto un risultato record: sono state infatti oltre 16milioni le video views durante i quattro giorni della kermesse, con un grande seguito social che ha coinvolto anche il pubblico più giovane.
“È stato bello tornare a Trento in presenza per questa quinta edizione del festival. Trento è una città bellissima, accogliente ed in questi giorni si è trasformata in una sorta di villaggio olimpico che ha accolto tantissimi campioni nazionali ed internazionali”, ha detto Urbano Cairo presidente di Rcs MediaGroup che organizza la kermesse. “Lo sport è un esempio di come ci si deve comportare nella vita, di come si deve agire nelle situazioni difficili, di come siano importanti la disciplina, l’impegno e la perseveranza”.

“Un Festival con numeri importanti e per il quale siamo consapevoli di aver intrapreso, anche con questa quinta edizione, la strada giusta”, ha detto il presidente della Provincia Maurizio Fugatti che evidenzia, in particolare, due elementi estremamente positivi sull’edizione appena conclusa: “Da una parte la grande partecipazione, con tanti giovani e molti spettatori arrivati da fuori Trentino. Dall’altro lato, è stata confermata, ancora di più, la qualità degli appuntamenti e delle modalità organizzative”.

“Il Festival dello Sport è ogni anno più bello: in questi giorni Trento diventa capitale dello sport, i trentini partecipano entusiasti così come i negozi e le attività commerciali del centro storico che quest’anno hanno proposto al pubblico alcune attività ludico-sportive negli spazi pubblici adiacenti ai negozi o all'interno degli stessi, come, ad esempio, il calcio balilla, il tennistavolo, gli scacchi o la dama e molto altro. L’impegno è già rivolto alla prossima edizione dove cercheremo di essere sempre più bravi”, ha dichiarato il sindaco di Trento Franco Ianeselli.

Infine il direttore scientifico del Festival Gianni Valenti: “Siamo contenti che ancora una volta la città abbia risposto in maniera importante e felici di avere accolto tantissime persone arrivate da fuori Trento. Il format del Festival piace, continueremo in questa direzione arricchendolo in futuro con altre novità”.

















Cronaca







Dillo al Trentino