alto adige

Ferì un calciatore avversario, condannato a risarcire 39 mila euro

Il tribunale ha ritenuto responsabile l’attaccante del Lajen che nel 2015 colpì a gomitate un giocatore del Vipiteno nel campionato amatoriale

BOLZANO. Dovrà risarcire con 39 mila euro il giocatore della squadra avversaria, colpito con alcune gomitate durante una partita del campionato di calcio amatoriale altoatesino. Il giocatore del Vipiteno subì un trauma alla laringe, fu operato e passò 5 giorni in rianimazione.

Ora il tribunale di Bolzano ha ritenuto responsabile a titolo di dolo l'attaccante del Lajen e lo ha condannato ad un risarcimento danni di 39mila euro ed al rimborso delle spese legali (altri 11mila, per un totale quindi di 50mila euro) a favore del giocatore del Vipiteno, che era difeso dagli avvocati Paolo Corti, Christian Dorigatti e Michela Salvo dello studio Ioos di Bolzano.

I fatti. Durante una partita del campionato amatoriale altoatesino di calcio "Vss", nel novembre 2015 sul campo da calcio di Laion, un attaccante della squadra di casa Asc Lajen, per liberarsi dalla marcatura del difensore avversario, del Cf Vipiteno Freizeit, gli aveva dato alcune gomitate all'altezza della trachea, provocandogli un trauma fratturativo laringeo.

Ne era seguito il ricovero d'urgenza alla clinica universitaria di Innsbruck, dove il difensore del Vipiteno fu sottoposto ad un intervento chirurgico di fissazione della cartilagine tiroidea, in anestesia generale, in seguito al quale rimase intubato per 5 giorni in rianimazione.