L'OPERA

Dipinto rubato a Rovereto 40 anni fa recuperato dai carabinieri

Operazione portata a termine dal Nucleo tutela patrimonio culturale di Udine

TRENTO. I carabinieri del Nucleo tutela patrimonio culturale di Udine hanno restituito all'Arcidiocesi di Trento un dipinto del XIX secolo rubato nel 1978 nella chiesa della SS. Trinità di Borgo Sacco a Rovereto.

L'opera pittorica, del tipo olio su vetro raffigurante la 'Madonna Ausiliatrice', è stata individuata dai carabinieri, nell'ambito del monitoraggio condotto sulle piattaforme commerciali di vendita on-line di opere d'arte, sul sito web di un negozio di antiquariato di Trento dove c'era l'annuncio di vendita di un olio su vetro di chiara origine chiesastica, condizione tale da farlo pienamente rientrare tra i beni tutelati dal Codice del beni culturali e del paesaggio.

I successivi accertamenti, svolti anche in collaborazione con i carabinieri di Trento e gli esperti della locale Arcidiocesi, hanno consentito da un lato di ricostruire la vicenda giudiziaria legata al dipinto, dall'altro di accertarne il pregio artistico contestualizzandone la provenienza. Dopo aver sequestrato l'opera anche per evitare eventuali dispersioni del bene culturale successive ad una potenziale vendita, i carabinieri hanno denunciato per ricettazione il titolare del negozio di antiquariato. L'ex voto è stato infine restituito al vicario generale dell'Arcidiocesi di Trento, don Marco Saiani.