L’iniziativa

Dillo al Trentino, costruiamo assieme la mappa interattiva: mandateci le vostre segnalazioni

Dalle strade da sistemare ai rifiuti da raccogliere passando per i luoghi da salvare: ci aiuterete a raccontare cosa non va in provincia

LA MAPPA INTERATTIVA DELLE SEGNALAZIONI

TUTTI GLI ARTICOLI DI "DILLO AL TRENTINO"
 

TRENTO. Vedete la foto della mappa qui sopra? È la mappa del nostro amato Trentino, ma è una mappa interattiva molto speciale: ci finiranno dentro tutte le vostre segnalazioni, in modo da creare una mappa del tutto nuova, un racconto multimediale delle cose che non funzionano e delle cose che potrebbero funzionare meglio.

L’intento, è bene precisarlo subito, è quello di raccontare le situazioni di disagio (piccolo o grande che sia) con l’obiettivo di migliorare le cose. Uno strumento di “pressione” affinché gli amministratori dei vari territori possano misurarsi con i loro concittadini e possano intervenire a sistemare le cose, per il bene comune.

Insomma, quei numeri rossi che vedete, quegli spillini messi nel punto giusto, ci aiuteranno a raccontare il territorio e le sue numerose sfaccettature.

Naturalmente le segnalazioni rimarranno nella mappa finché non saranno risolte: a quel punto quella singola segnalazione verrà cancellata.

Il progetto si chiama «Dillo al Trentino», un nome che alcuni di voi si ricorderanno per un’altra iniziativa che era stata lanciata da questo giornale una decina di anni fa. Oggi ancor più di allora il web è strumento sempre più potente ed utilizzato ormai da tutti, tra computer e smartphone ognuno di noi è in grado in pochi secondi di documentare una situazione che non funziona.

LA MAPPA INTERATTIVA DELLE SEGNALAZIONI

Come inviare le segnalazioni.

Ma come inviare le segnalazioni alla nostra redazione? Abbiamo pensato a due semplici metodi, perché più passa il tempo e più ci accorgiamo che anche in questi strani tempi moderni c’è sempre più bisogno di semplicità. Potrete mandarci una mail ad un indirizzo che abbiamo aperto per questo progetto –dilloaltrentino@giornaletrentino.it – oppure potete mandarci un messaggio in direct sulla nostra pagina Facebook: siete già in oltre 140.000 a seguire la nostra pagina Facebook, ognuno di voi potrà contattarci direttamente sul social ed esporre il proprio problema, corredato di foto.

Le prime segnalazioni arrivate sono tutte molto interessanti, le potete guardare nella mappa: strade pericolose, i furbetti dei rifiuti (c’è addirittura chi ha gettato un vecchio motorino in un torrente), vandalismi vari. Insomma, uno spaccato di vita quotidiana in cui i piccoli e i grandi problemi si intersecano, con la speranza che si possano risolvere.


La mappa interattiva.

Per realizzare la mappa interattiva ci siamo avvalsi del prezioso aiuto di Maurizio Napolitano, tecnologo della Fondazione Bruno Kessler, coordinatore dell’unità Digital Commons Lab dove si occupa di beni comuni digitali tra cui l’open data e openstreetmap. La mappa è infatti parte integrante del progetto open OpenStreetMap, progetto mondiale di open data che punta ad una raccolta mondiale di dati geografici.

Insomma, la mappa è creata. Ora aiutateci voi a popolarla e a farla diventare uno “strumento” per aiutare a far crescere questo nostro bellissimo e complesso territorio.

E mi raccomando: per qualsiasi segnalazione... Dillo al Trentino. (P.D.)