IL PUNTO

Coronavirus, Kompatscher: "Accordo con le banche. Mutui a tasso agevolato per famiglie e imprese"

Ecco la via per riattivare l'economia. Temi centrali le misure di sostegno per l'economia, il sociale e la famiglia. Somme massime di 10 mila euro per le famiglie e di 35 mila per le imprese. Anticipi della cassa integrazione e moratorie dei mutui

BOLZANO. "Un protocollo d'intesa è stato sottoscritto con le banche per il sostegno alle famiglie e all'economia, che contiene una serie di misure, compreso l'aiuto alla liquidazione della cassa integrazione. Già hanno avviato moratorie sui mutui per centinaia di milioni di euro. Si aggiungono mutui da 3 a 10 mila euro che saranno concessi alle famiglie e avranno tasso zero per due anni e per altri tre dell'1%. Per le aziende i mutui potranno arrivare fino a 35 mila euro, per i primi due anni a interesse zero, fino al quinto anno dell'1,25%. Tutto ciò grazie anche a contributi della Proincia. Il pacchetto partirà dal 15 aprile".

Lo ha detto nella conferenza stampa di oggi, 8 aprile, il presidente della giunta provinciale, Arco Kompatscher, illustrando quali sono i prossimi passi che la Giunta provinciale ha deliberato ieri per superare l'attuale situazione legata al Coronavirus.

A questo, ha riferito ancora il presidente altoatesino, seguirà un secondo protocollo per mutui di importo maggiore. «Attendiamo, però - ha spiegato Kompatscher - di avere chiarimenti sulle garanzie statali così da poter confezionare un pacchetto di garanzie per le aziende altoatesine».

 

L'accordo fra Provincia e banche porterà all'erogazione di oltre un miliardo di euro di liquidità. Alla luce dell'accordo firmato dal governo italiano con l'Abi nei giorni scorsi, poi, la Provincia appronterà ulteriori misure. «Procediamo un passo alla volta, collaborando con il governo a misure a vantaggio di economia e famiglie», ha detto Kompatscher. Le misure concordate con le banche fanno parte dell'ampio pacchetto di misure provinciali #AltoAdigesiriparte, alcune delle quali già in vigore come la dilazione dei pagamenti di tributi e tariffe comunali e dei servizi all'infanzia (rette, mense assistenza).

Un'ulteriore misura prevista dall'intesa è un pre-finanziamento per prestiti di importo compreso fra 35.000 e 800.000 euro per imprese a tasso zero per i primi 6 mesi, anche in questo caso grazie a un impegno economico da parte della Provincia che consentirà l'erogazione di 500 milioni di euro. Le condizioni per questa erogazione saranno stabilite a livello locale sulla base delle misure da definirsi a livello statale. Un altro intervento mira ad aiutare anche le numerose persone che sono attualmente in cassa integrazione.

L'intesa prevede infatti un anticipo di 1.400 euro a tasso zero da parte delle banche sull'importo della cassa integrazione in deroga erogata dalla Provincia attraverso il fondo territoriale di solidarietà bilaterale. «La Provincia ha concordato con l'aiuto delle banche locali un pacchetto di misure che offrono sostegno economico in modo rapido e non burocratico laddove c'è maggiore necessità: con un accesso il più ampio possibile alla cassa integrazione, con anticipi versati dalle banche e con contributi a fondo perduto della Provincia per le piccole imprese», ha detto l'assessore all'economia Philipp Achammer.

L'assessora provinciale al sociale Waltraud Deeg ha spiegato le misure a supporto della popolazione. «La legge approvata in giunta intende offrire supporto rapido: le richieste possono essere presentate da subito per la sospensione delle rate del mutuo risparmio casa, per la sospensione delle rate del mutuo relativo agli anticipi sulle detrazioni fiscali, per le rate del mutuo senza interessi per l'acquisto, la costruzione o il recupero della prima casa per 12 mesi». È inoltre prevista la sospensione del pagamento dei canoni e delle spese accessorie per immobili dell'Ipes con scadenza nel periodo tra il 5 aprile e il 30 giugno 2020. «Anche nel settore del sociale sono in arrivo ulteriori misure che saranno raccolte nel sito #AltoAdigesiriparte», ha detto Deeg.

La Provincia finanzierà ulteriori misure per famiglie e associazioni nell'ambito del programma #AltoAdigesiriparte. Tutte le iniziative a vantaggio di cittadini e imprese saranno consultabili nei prossimi giorni all'interno di un portale web dedicato che raccoglierà tutti gli aiuti attivati dalla Provincia e dallo Stato. A partire dalla prossima settimana il catalogo degli aiuti sarà consultabile all'indirizzo siriparte.provincia.bz.it.