IL PUNTO

Coronavirus, 8 vittime e 156 nuovi positivi. Fugatti: "Sullo sci il Governo va per la sua strada"

Sono 44 i pazienti in terapia intensiva. Calano i ricoveri negli ospedali. Il governatore: "Sulla scuola, abbiamo chiesto di aprire in una fase prenatalizia, ma gli spazi di autonomia sono pochi"

TRENTO. Sono i 8 decessi e 156 i nuovi positivi su 2.026 tamponi molecolari effettuati in Trentino. Sono 25 i nuovi ricoveri negli ospedali. «Una conferma del trend in calo, un dato che sul tema delle ospedalizzazioni importante», ha detto il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, in videoconferenza. Sono 44, numero stabile, i pazienti in terapia intensiva, mentre sono 29 le persone dimesse e 146 quelle guarite.

Nuovo incontro fra Regioni e Governo. "Abbiamo ribadito la nostra posizione e la richiesta comune: che se la situazione sanitaria è stabile ci sia la riapertura con i protocolli per chi pernotta negli hotel e per chi ha casa o prenda affitto una casa nelle località turistiche. L'impostazione del Governo è diversa - non si apre per Natale - e crediamo che voglia andare avanti per la sua strada. Deve darci comunque una data per la riapertura e si è preso la responsabilità di trattare per una chiusura di tutti in Europa. In quel caso abbiamo chiesto ristori per tutto il mondo del turismo invernale. Anche sugli spostamenti il Governo non ha dato chiarimenti definitivi. Sulla scuola, abbiamo chiesto di aprire in una fase prenatalizia: anche qui credo che il Governo farà le sue scelte e gli spazi per una scelta autonoma siano poche. Ci rimetteremo senza polemiche alle decisioni prese".