l'intervento

I carabinieri di Arco caricano in auto il bimbo che respira male e corrono al pronto soccorso: il piccolo si salva

Tanto spavento ma alla fine tutto è andato per il meglio nella serata di venerdì 11 giugno: i militari hanno capito che il piccolo, di appena un anno, non stava bene e così hanno aiutato i genitori. Il bimbo è ricoverato all’ospedale di Rovereto.

ARCO. I carabinieri di Arco mentre percorrevano le strade del centro storico, nella serata di venerdì 11 giugno, sono stati attirati dall’atteggiamento concitato di una giovane coppia con in braccio il loro bambino. I militari hanno da subito notato che il bimbo, di circa un anno, non stesse affatto bene, tant’è che i genitori avevano già allertato i soccorsi percependone la difficoltà nel respirare ed erano scesi per strada ad attendere l’ambulanza.

Vista la gravità della situazione, adottando tutte le precauzioni connesse anche all’emergenza pandemica, hanno trasportato nell’auto di servizio il padre ed il piccolo, allertando il pronto soccorso di Arco, che è stato raggiunto in pochi minuti.

Una volta giunti in ospedale, medici e infermieri hanno immediatamente prestato le prime cure al bimbo per poi decidere per il trasferimento al reparto pediatrico dell'ospedale S. Maria del Carmine di Rovereto.

L’iniziale spavento, si è dunque tramutato in sollievo dopo che i sanitari hanno dichiarato che il bambino era fuori pericolo, anche se tuttora ricoverato presso l’ospedale.