Al Centro Enaip il primo premio di “Tu sei”

Arco. È stato il Centro di Formazione Professionale Enaip di Arco ad aggiudicarsi il primo premio del concorso “Tu sei” per la categoria delle scuole professionali. Una grandissima soddisfazione per...

Arco. È stato il Centro di Formazione Professionale Enaip di Arco ad aggiudicarsi il primo premio del concorso “Tu sei” per la categoria delle scuole professionali. Una grandissima soddisfazione per gli allievi e i docenti coinvolti, che hanno partecipato all’iniziativa con un progetto intitolato “Enaip Industry Academy” ed elaborato con l’attiva collaborazione di Dana Italia, una delle aziende più prestigiose della comunità arcense. Il progetto, elaborato in sinergia fra Provincia e Confindustria, da anni punta ad avvicinare i mondi della scuola e dell’industria per mettere in relazione sempre più stretta i due ambiti e per favorire la comprensione delle competenze richieste oggi ai giovani dal mondo del lavoro. “Enaip Industry Academy”, più che un progetto, è un insieme di iniziative finalizzate alla formazione degli studenti da parte delle industrie dell’alto Garda nella prospettiva di una futura occupazione al loro interno il più possibile qualificata. I tecnici di Dana sono entrati a scuola e hanno fatto lezione ai ragazzi, ma li hanno anche portati all’interno dello stabilimento per mostrare loro le dinamiche di funzionamento di una macchina così complessa, non senza averli sottoposti al termine della visita ad una simulazione di colloquio in modo da indicare loro la strada più corretta per poterlo affrontare in modo proficuo. La commissione di valutazione composta da esperti della Provincia e di Confindustria Trento ha premiato il progetto come il migliore della categoria “Tu sei accolto”, apprezzandolo “per ambizione, innovazione e focus sulla mente degli allievi”. Ma è stata premiata anche la capacità del Centro di Formazione Professionale arcense di proporsi come parte attiva sul territorio con intraprendenza e disponibilità al dialogo con le aziende per creare fattivi sbocchi professionali. Ai ragazzi e all’istituto sono andati un assegno e un gadget a ricordo di questa esperienza ricca di soddisfazioni. G.R.