MINORANZE

Alloggi Itea gratis a Luserna per rivitalizzare la montagna 

Il progetto “Coliving”. Quattro appartamenti con contratto di comodato gratuito per 4 anni Due giornate di “porte aperte” per i nuclei famigliari potenzialmente interessati alla proposta

di Matteo Cassol

Luserna. Sta per entrare nel vivo il progetto “Coliving – Collaborare condividere abitare” di Luserna, nell’ambito del quale, per invertire la tendenza allo spopolamento, quattro appartamenti di proprietà di Itea saranno messi a disposizione con un contratto di comodato gratuito di quattro anni in cambio di un impegno nei confronti della comunità con attività di volontariato. Sabato prossimo e il 25 luglio è in programma una giornata di “Porte aperte” per vedere le palazzine ma anche per visitare il paese cimbro che si trova a pochi minuti dal lago di Lavarone e saggiarne la tipologia di vita sociale e ambientale. Ogni giornata prevede l’iscrizione di un massimo di quindici nuclei familiari: le visite si svolgeranno seguendo le direttive in merito alla sicurezza anti-Covid.

Il bando scade il 3 agosto

Il progetto vede coinvolte la Magnifica Comunità degli Altipiani Cimbri, il Comune di Luserna-Lusérn, la Provincia di Trento (Agenzia per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili), l’ufficio politiche della casa del dipartimento salute e politiche sociali e Itea. Il bando scadrà il 3 agosto, per dare la possibilità alle famiglie di organizzare il proprio lavoro e le eventuali iscrizioni alle scuole, e è rivolto a quattro giovani nuclei famigliari, con o senza figli. I requisiti principali per partecipare al bando sono avere meno di 40 anni, non risiedere nella Magnifica Comunità da almeno due anni e avere un reddito minimo (15.700 euro per due componenti, 20.400 per tre, 24.600 per quattro e 28.500 per cinque o più). Verrà formata una graduatoria: fino a 10 punti saranno assegnati per l’età del richiedente (meglio se giovane), fino a 10 per l’età del partner, 5 per la residenza per almeno 5 anni a Luserna di uno dei componenti, fino a 30 per il numero e l’età dei figli, fino a 15 per l’esito di un colloquio di gruppo e fino a 15 per la coerenza con gli obiettivi del progetto (curriculum abitativo). Una volta selezionati ed entrati negli appartamenti messi a disposizione, trascorsi i primi quattro anni in comodato gratuito i nuclei assegnatari potranno stipulare con Itea un contratto di locazione secondo le forme previste dalla legislazione provinciale vigente (se in possesso dei requisiti, a canone sostenibile o concordato in rapporto all’indicatore Icef del nucleo).

Info: telefono 0464/784170, email sportellocimbro@comunita.altipianicimbri.tn.it, sito www.altipianicimbri.tn.it.