alto adige

Ace può tornare a correre grazie a una protesi: aveva perso una zampa in una tagliola

Il cane da pastore era sopravvissuto 12 giorni nei boschi di Funes, senza acqua e cibo. Poi si era liberato: salvo grazie a un crowdfunding


Fabio De Villa


FUNES. Il cane da pastore Ace ha finalmente la protesi per poter tornare a camminare su quattro zampe. L'animale era riuscito a sopravvivere in solitudine per 12 giorni nei boschi di Funes, in Alto Adige, dopo essere rimasto intrappolato in una tagliola piazzata da bracconieri (foto Fabio De Villa).

Per liberarsi, Ace aveva perso una zampa riuscendo a tornare a casa. Era stato operato d'urgenza, ora può contare sulla protesi. Ace ha 10 anni e lavora da circa un anno alla malga della Kofelwiese a Funes per proteggere le pecore. Lo ha fatto anche zoppicante su tre zampe. Ora, grazie a un'iniziativa di crowdfunding (raccolta fondi), gli è stata applicata una protesi meccanica di ultima generazione che gli permette di tornare a correre.

"Ace era finito in una trappola a scatto, illegale, rimanendo bloccato per quasi due settimane nel bosco in completa solitudine, senza acqua e senza cibo - racconta il proprietario, il pastore Simon Niederwolfsgruber - Tutto questo fino a quando con le sue ultime forze è riuscito a liberarsi facendo ritorno a casa su tre zampe. L'abbiamo cercato a lungo nei boschi senza successo e quando lo abbiamo visto rincasare dopo quasi due settimane era pelle e ossa. Quel che rimaneva della sua zampa finita nella trappola a scatto era un moncherino, ricoperto da vermi e ormai in fase di decomposizione. Lo abbiamo portato d'urgenza all'ambulatorio veterinario di Chiusa, dove hanno provveduto a dargli le prime cure prima di amputare la zampa ferita. Non potendo pagare l'operazione, ho lanciato un appello di raccolta fondi sui social, raccontando la storia di Ace".

"La risposta del web - sottolinea Niederwolfsgruber - non si è fatta attendere ed è stata davvero incredibile superando ogni aspettativa. Non solo sono riuscito a coprire le spese per l'operazione, ma ho potuto acquistare anche una protesi all'avanguardia da 1.700 euro. In seguito ad un periodo di convalescenza di circa due mesi, per Ace è arrivato il momento di montare la protesi. Ci vorrà ancora del tempo per farlo abituare a camminare con questa protesti, ma è già un grande traguardo. Sono davvero commosso e non so come esprimere la mia gratitudine di fronte a tanta generosità da parte di tutti coloro che hanno voluto donare per questa causa. Sul nostro conto sono arrivati più soldi del necessario e per questo voglio ringraziare di cuore tutti coloro che hanno dato una preziosa mano per ridare una nuova vita a me e al mio cane".

La bella storia di Ace: può tornare a correre grazie a una protesi

Il cane da pastore Ace ha finalmente la protesi per poter tornare a camminare su quattro zampe. L'animale era riuscito a sopravvivere in solitudine per 12 giorni nei boschi di Funes dopo essere rimasto intrappolato in una tagliola piazzata da bracconieri.

La storia di Ace è stata notata anche dagli organizzatori del "Premio Internazionale Fedeltà del cane" che lo vogliono premiare. L'evento, giunto alla 62esima edizione, si tiene ogni anno il 16 agosto a San Rocco di Camogli, in Liguria.

















Montagna







Dillo al Trentino