Barilla punta sul biodisel Hvo e avvia un progetto pilota



(ANSA) - MILANO, 22 FEB - Per trasporti sempre meno inquinanti, Barilla ha iniziato una sperimentazione con il biodiesel HVO, cioè gasolio rinnovabile prodotto da materie prime di scarto e residui vegetali, o oli generati da colture che non servono per l'alimentazione, che può essere utilizzato anche da veicoli diesel euro6.
Su questo il gruppo con sede a Parma ha infatti avviato una partnership 'sostenibile' con Autamarocchi, azienda specializzata nel trasporto di container e FTL.
"Nel 2024 puntiamo a sviluppare una diffusa adozione dei biocarburanti tramite i nostri vettori con cui abbiamo rapporti di partnership consolidati. Siamo felici - ha spiegato Gianluigi Mason, direttore logistica Italia di Barilla - di partire da subito con questo progetto pilota insieme ad Autamarocchi, per meglio conoscere la soluzione HVO e pensare ai passi successivi".
Nella prima fase, l'accordo riguarderà i viaggi quotidiani fra Parma e lo stabilimento di Muggia, in provincia di Trieste che verranno fatti con mezzi dedicati e con semirimorchi personalizzati, per un totale di circa 600 viaggi l'anno. L'uso di questi veicoli a impatto ridotto poi aumenterà e verrà utilizzato in altre zone. Nel "percorso verso la 'Carbon Neutrality 2050' i biocarburanti - è convinto il managing director di Autamarocchi Roberto Vidoni - sono la migliore opportunità per dare un contributo concreto ed immediato alla riduzione delle emissioni di gas serra, in attesa del progredire di altre tecnologie, come l'elettrico e l'idrogeno, e dello sviluppo delle relative infrastrutture che ne consentiranno un impiego esteso nel trasporto pesante". (ANSA).









Scuola & Ricerca



In primo piano

Viabilità

Era stata riaperta pochi giorni fa, chiusa di nuovo causa maltempo la statale della Valdastico fra Folgaria e il Veneto

Il messaggio del sindaco di Folgaria, Michael Rech, sui social: «Il Servizio strade della PAT, viste le recenti previsioni meteo, per ragioni di sicurezza, ha deciso di chiudere dalle 19.00 di oggi lunedì 22 aprile, la SS 350 da loc. Buse al confine provinciale, fino alle ore 7.00 di mercoledì 24 aprile, salvo evoluzione meteo sfavorevole”»

CADUTA MASSI. Lo smottamento è avvenuto questa notte fra l'11 e il 12 febbraio
A NOVEMBRE. Uno smottamento nello stesso luogo pochi mesi fa