Sci orienteering 

Stefania Corradini vittoriosa in Austria 

Buono il bilancio degli azzurri allo Ski-O Tour di Ramsau 

RAMSAU (AUSTRIA). Si chiude la lunga settimana dello sci orienteering, che in Austria a visto svolgersi sei gare di grande livello. Gli azzurri hanno fatto del loro meglio e domenica, nella gara valida per il World Ranking Event, sono stati protagonisti con ottime prestazioni. In Women Elite la migliore è ancora Stefania Corradini, che si piazza quarta, in 32’57”, seppur frenata da un dolore intercostale che le ha negato il podio. Bene pure Alice Ventura che è 13esima. Vittoria per Petra Hancova, in 30’57”. Al maschile in evidenza Davide Comai che chiude 5°, mentre è 9° Francesco Corradini. Il successo è andato ancora allo svizzero Gion Schnyder in 30’48”.

Tra le giovani della D20 la migliore italiana è nuovamente Rachele Gaio, settima, Alice Sartori è nona e Debora Dalfollo 11esima.

Stefania Corradini si era gi aggiudicata la gara Sprint, che l’ha vista dominare con un distacco limitato ma sufficiente per esultare. L’azzurra ha infatti stoppato il cronometro sul tempo di 16’53” precedendo Helena Randakova, che ha chiuso in 16’55”. Bronzo per Petra Hancova in 16’58”.

Nella Sprint classica l’azzurra è giunta settima. Una soddisfazione enorme per l’Italia e per la ragazza di Castello di Fiemme che in questa stagione ha già disputato molte prove nello sci di fondo. Per lei, tra dicembre e gennaio, un autentico tour de force che l’ha vista gareggiare in tutto il Nord Italia e all’estero seguendo un personale cammino di crescita che sta iniziando a regalare le prime importanti gioie.

Gli ottimi risultati degli azzurri vedono una buonissima graduatoria anche per gli altri italiani. Al femminile bene anche Alice Ventura, ottava, e tra le giovani vanno citate Rachele Gaio, Alice Sartori e Debora Dalfollo. Nella gara del pomeriggio ottimo 4° posto maschile per Francesco Corradini in 17’26” e un 6° posto per Davide Comai in 17’38” a pochi secondi dal vincitore Gion Shnyder, atleta locale, che ha chiuso in 17’08”.

Il commento finale spetta al c.t. Nicolò Corradini: «In Elite gli atleti sono tutti molto vicini con distacchi contenuti. Direi che la partecipazione alle gare dello Ski-O Tour e le altre è stata molto importante per capire quale sia il nostro livello. Tutti i ragazzi sono soddisfatti dei propri risultati».

Per gli azzurri ora un nuovo impegno di carattere internazionale con la partecipazione ai campionati europei che si tengono in Turchia, a Sarikamis dal 6 all’11 di febbraio. Partenza il 4 febbraio da Malpensa. Ancora da stabilire il programma di avvicinamento visto il probabile annullamento dei campionati italiani di Monte Pana del prossimo weekend a causa della carenza di neve.