Calcio donne

Martina Tomaselli in Champions League con l’Acf Brescia

La 16enne di Caldonazzo in campo nel vittorioso match di ritorno dei 16esimi di finale: entra al 64’, eliminato l’Ajax

di Daniele Loss

TRENTO. Dopo la serie A, ecco la Champions League. In poco più di un anno e mezzo Martina Tomaselli è passata dai campi provinciali a quelli nazionali. Anzi, europei, visto che la giovanissima calciatrice valsuganotta, sedici anni appena ma personalità e qualità da vendere, mercoledì sera è stata protagonista nella sfida di ritorno dei sedicesimi di finale di Champions League con la maglia dell’Acf Brescia, la società che in estate se n’è assicurata il diritto alle prestazioni sportive. Ebbene le “Leonesse” di Giampietro Piovani, ex “bandiera” del Piacenza, hanno superato 2-0 l’Ajax nella sfida di ritorno, annullando così la sconfitta di misura patita all’andata (0-1) e hanno conquistato il lasciapassare gli ottavi. Un risultato straordinario per la compagine biancazzurra con la Tomaselli che è entrata in campo al 64’ e ha partecipato al successivo assedio delle lombarde alla porta ospite. Il gol che ha sancito il passaggio del turno è arrivato, infatti, ad 8 minuti dalla fine con la Mendes che girato in rete il calcio d’angolo battuto dalla Daleszczyk.

Nata nel 2001, la Tomaselli è originaria delle Lochere, nel Comune di Caldonazzo. Dopo aver iniziato l’attività calcistica nell’Audace, nell’estate del 2014 si è trasferita al Levico Terme per militare nella formazione Giovanissimi, guidata all'epoca dal “maestro di calcio” Renzo Merlino, che ricopriva anche il ruolo di responsabile del settore giovanili gialloblù. Anche nella stagione successiva la Tomaselli militò nel sodalizio presieduto da Sandro Beretta, agli ordini di un altro allenatore preparato quale Danilo Mulchande, poi ecco il passaggio al Trento Clarentia, avvenuto a giugno 2016. Nonostante la giovane età la giocatrice trentina, centrocampista dai piedi buoni e dall’ottima fisicità, ha conquistato immediatamente una maglia da titolare, diventando uno dei punti fermi della formazione del capoluogo, protagonista di un’eccellente stagione nel torneo cadetto.

Su di lei, già stabilmente nel giro delle Nazionali azzurre, avevano messo gli occhi diverse squadre della massima serie, desiderose di assicurarsi le prestazioni di quella che viene definita come una delle giocatrici più talentuose e di prospettiva del panorama calcistico della penisola: alla fine l’ha spuntata l’Acf Brescia che, dopo la rifondazione estiva (tante sono state le partenze, compresa quella dell’allenatrice Milena Bertolini, oggi commissario tecnico della Nazionale), ha deciso di allestire un gruppo composto da alcune atlete esperte e diverse giovani di belle speranze. L’impatto con la massima serie è stato assorbito in breve tempo, a testimonianza delle indubbie qualità di cui dispone Martina Tomaselli, che ha già esordito in campionato e ha al suo attivo già due presenze anche in Champions League. Non male per una ragazza di 16 anni che, sino a poco tempo fa, sfidava i coetanei sui campetti della provincia. Chapeau!

©RIPRODUZIONE RISERVATA