Atletica

La Quercia viaggia in “prima classe”

Roveretani in Serie A Oro con la squadra femminile, nella A Argento con i maschi: finali a Modena e Bergamo

ROVERETO. La Quercia Trentingrana in serie A Oro con la squadra femminile, in serie A Argento con quella maschile. Il club roveretano ha centrato in pieno gli obiettivi nella fase regionale dei campionati assoluti di società, confermandosi complessivamente nelle posizioni di avanguardia dell’atletica italiana. In una classifica combinata fra maschile e femminile (che ha ovviamente solo un valore simbolico) si colloca al settimo posto, preceduta da Asics Firenze Marathon, Atletica Rieti, Fratellanza Modena, Cus Parma. Atletica Brugnera, Cus Pro Patria Milano e davanti ad Atletica Vicentina, Cus Torino, Assindustria Padova.

La conferma della serie A Oro è arrivata dopo l’esclusione dalla classifica di una società campana che aveva schierato atlete della Lettonia non in regola con la normativa vigente in materia di straniera.

La squadra femminile della Quercia Trentingrana è quindi tornata immediatamente nella massima serie dopo la sfortunata retrocessione dello scorso anno (per un solo punto), nonostante le assenze per infortunio di atlete di punta come Isabel Mattuzzi e Federica Dalri. La squadra ha registrato quest’anno un forte innesto di giovani provenienti dal settore giovanile.

Sofferta e quindi ancora più gratificante la conferma in serie A Argento della squadra maschile, che ha dovuto a sua volta fare i conti con molti infortuni e con le pessime condizioni atmosferiche della seconda fase disputata nell’ultimo fine settimana proprio sulla pista di Rovereto. Le finali nazionale sono in programma a fine giugno: serie A Oro a Modena e serie A Argento a Bergamo.

Nello scorso fine settimana la Quercia Trentingrana era presente con oltre venti atleti ai campionati italiani Juniores e Under 23 ad Agropoli. Marta Ronconi ha conquistato il titolo italiano Promesse nell’asta, meritando quindi la convocazione in maglia azzurra per i Giochi del Mediterraneo. Medaglia di bronzo per Giovanni Gatto nei 3000 siepi Juniores. Sfumata invece una medaglia d’argento ormai sicura per la marciatrice Vittoria Giordani, per un malore all’inizio dell’ultimo giro.