Volley A2 femminile

La Delta Informatica lotta, Caserta passa solo al tie break 

Fondriest e compagne si arrendono proprio sul più bello alla squadra di Bracci. Non bastano le buone prove di McClendon (18 punti) e della rientrante Tosi (17) 

CASERTA. Si apre con una sconfitta al tie break la pool promozione per la Delta Informatica Trentino. Nella prima partita del girone che dovrà decretare il nome della squadra promossa in A1 e delle formazioni che approderanno ai playoff, la formazione trentina si arrende solamente sul più bello contro la Volalto 2.0 Caserta. Formazione, quella campana, con un roster di primissimo livello con atlete protagoniste in passato anche nel massimo campionato italiano; su tutte la campionesse d’Italia in carica Elisa Cella e la top scorer del match Giulia Melli, autrice quest’ultima di 27 punti personali. Non bastano tra le file trentine la prestazione positiva della schiacciatrice americana Deja McClendon e quella della rientrante Sofia Tosi, autrici rispettivamente di 18 e 17 punti personali.

Negro, orfano della sola Gloria Baldi, si affida al sestetto tradizionale, con Moncada al palleggio, McClendon e Fiesoli laterali, Fondriest e Furlan al centro e Moro libero. L’unico ballottaggio della vigilia, quello riguardante il ruolo dell’opposto lo vince Giorgia Mazzon sulla rientrante Sofia Tosi. Marco Bracci risponde con Dalia al palleggio, Perez Gonzalez opposto, Melli e Cella in posto-4, Frigo e Repice al centro e Ghilardi libero.

Partono forte le padrone di casa, trascinate in attacco da Melli che realizza cinque dei primi otto punti campani (8-5). Furlan con due muri accorcia le distanze (10-8) ma è un turno al servizio di Cella condito da un ace diretto su Moro a portare Caserta sul +5 (13-8). La Delta Informatica soffre il servizio ostico delle campane, Negro prova a giocarsi il doppio cambio inserendo Carraro e la recuperata Tosi ma è nuovamente il servizio float di Repice a mettere in difficoltà la ricezione trentina (19-10). Un errore in attacco di McClendon manda in archivio la prima frazione di gioco in favore di Caserta (25-15).

Tutta un’altra Delta Informatica quella di inizio secondo set; le trentine, complice qualche errore gratuito casertano, si portano sul massimo vantaggio di +4 (1-5). La Golden Tulip non si dà per vinta e, sempre con il proprio fondamentale del servizio oltre che ad una Perez efficace, accorcia le distanze (6-9). Poco dopo tre errori gratuiti trentini permettono alle forti padrone di casa di impattare il risultato (11-11). Negro ferma il gioco ed inserisce Tosi per Mazzon. Un attacco vincente di Fiesoli prima ed un muro della stessa su Perez consentono alla Delta nuovamente di allungare sul +3 (14-17). Moncada trova in McClendon il proprio principale terminale offensivo e la Delta Informatica Trentino mantiene il vantaggio (18-22). Bracci inserisce il nuovo acquisto Matuszkova per Perez ma ci pensa Tosi con un perentorio mani-out a chiudere la frazione (22-25).

Caserta parte meglio della Delta Informatica nella terza frazione (7-4), ma sale in cattedra la schiacciatrice a stelle e strisce McClendon che, con tre punti consecutivi, impatta il risultato (12-12). Successivamente un attacco di Fondriest vale il sorpasso (12-13). Moncada e compagne prendono le misure soprattutto su Melli, principale attaccante campana e la Delta Informatica prende il largo (21-24). Le trentine sciupano incredibilmente in attacco tre palle set allungando la sfida ai vantaggi (24-24). Ci pensano Tosi, a segno in diagonale e un mani-out di McClendon su Dalia a portare in casa Delta il terzo parziale (25-27). Due attacchi in rete di Cella e Repice portano subito la Delta Informatica sul +2 all’inizio del quarto set (3-5). Un break di sei punti con il servizio di Cella sulla fatidica rotazione di p4 trentina rovescia la situazione portando Caserta avanti a condurre (10-5). Le padrone di casa sulle ali dell’entusiasmo spingono a partire dalla linea dei nove metri, Negro inserisce Carraro e Mazzon ma il cambio non porta gli effetti sperati (17-9). Una diagonale vincente di Elisa Cella porta il match al fatidico quinto set (25-19).

Il tie-break inizia all’insegna dell’equilibrio (6-6) ma ci pensa poi nuovamente Melli a fare la differenza siglando i punti che contano in casa Caserta. La schiacciatrice ex Club Italia, prima in attacco e poi con un muro su Tosi, porta la propria formazione campana sul +3 (13-10). Ci pensa una fast della centrale Frigo a mettere la parola fine al match in favore delle padrone di casa della Volalto Caserta (15-12).