L’Itas non si vuole accontentare 

Da domani la semifinale con Civitanova. Dopo Mondiale per Club e Coppa Cev, Trento ha centrato un altro obiettivo stagionale. Ma chi è la vera favorita per la serie best of five? La Lube ha prevalso due volte in regular season, la squadra di Lorenzetti s’è imposta nella finale iridata

di Maurizio Di Giangiacomo

Trento. La qualificazione alla semifinale scudetto era uno dei principali obiettivi stagionali dell’Itas Trentino. La squadra di Angelo Lorenzetti l’ha raggiunto dopo aver messo in bacheca due prestigiosi trofei internazionali quali il titolo mondiale per club e l’agognata Coppa Cev. Ce n’è abbastanza, verrebbe da dire, per archiviare positivamente un’altra stagione da dieci e lode, per Trentino Volley, quasi a prescindere dall’esito dalla serie best of five con la Lube Civitanova che si apre domani sera, con gara 1 in programma alla Blm Group Arena (20.30).

Chi è la vera favorita?

Sì, perché i “cucinieri”, qualificati per la finale di Champions League di Berlino, nella quale il 18 maggio affronteranno lo Zenit Kazan, sono una delle due “corazzate” del massimo campionato. La Lube è una delle tre squadre capaci di battere l’Itas in regular season (le altre due sono Perugia e Verona), l’unica in grado di superarla sia in casa che fuori. Ma la squadra di Lorenzetti è stata più regolare, riuscendo a chiudere comunque la stagione regolare precedendo (di un solo punto, ma precedendo) Civitanova in classifica, guadagnandosi così il diritto del campo nella serie al meglio delle cinque partite che prende in via domani sera. In più, si è tolta la soddisfazione di cogliere ai danni dei marchigiani (allora guidati da Giampaolo Medei, oggi da Fefè De Giorgi) la vittoria forse più importante, quella della finalissima del Mondiale per Club. Detto questo, chi è la squadra favorita?

La prudenza di Lorenzetti

Dopo il successo in gara 3 sulla Kioene Padova che è valso la qualificazione alla 12esima semifinale scudetto della giovane e fortunatissima storia di Trentino Volley, il coach Angelo Lorenzetti ha sottolineato come la sua squadra rischi di scattare dai blocchi con un certo ritardo, rispetto alla sua formidabile avversaria. «Abbiamo pochi giorni per preparare gara 1 ma d’altronde è giusto così, visto che non siamo riusciti a chiudere prima il confronto con Padova – ha detto il capo allenatore dell’Itas Trentino – Stringeremo i denti e lavoreremo sodo».

Giusto. Ma non è reduce da una settimana di relax nemmeno la Lube, che mercoledì scorso all’Eurosuole Forum ha superato di slancio (3-0) i polacchi dello Skra Belchatow, guadagnandosi la finale di Champions League.

I precedenti ai playoff

A questo punto, possiamo affidarci alle statistiche. Quella che prende il via domani è la seconda semifinale scudetto tra Itas e Lube. Nel 2010 la spuntarono i trentini in quattro partite (3-1), prima di essere sconfitti da Cuneo nel V-Day. Trento e Civitanova, ai playoff, si sono affrontate due volte in finale (2012 e 2017), in entrambi i casi ebbero la meglio i “cucinieri”.

Gli ex e le motivazioni

Più dei precedenti, a nostro avviso, contano le motivazioni. Specie quelle degli ex: storici quelli di Civitanova, l’Hombre Juantorena e Sokolov; freschi e con il dente più (Candellaro) o meno (Grebennikov) avvelenato quelli di Trento. Non solo: pur considerando Sir Safety Conad e Cucine Lube le due “naturali” favorite per l’accesso alla finale scudetto, pensiamo di poter affermare che l’Itas sia la squadra meglio riuscita – in termini di mercato, ottimizzazione delle risorse e traduzione delle stesse in campo – di questa stagione. E Srecko Lisinac – pienamente recuperato dopo il lungo infortunio muscolare – potrà essere l’uomo in più della squadra di Angelo Lorenzetti in questa semifinale scudetto.

I biglietti per gara 1 e gara 3

Le prevendite biglietti per gara 1 e gara 3 di semifinale si sono aperte ieri. Trentino Volley consentirà a tutti gli abbonati di esercitare il diritto di prelazione sui biglietti di gara 1 fino alle ore 12 di oggi e per gara 3 fino alle ore 12 di giovedì 18 aprile, nella sede di via Trener 2 (orari 8.00-12.00 e 14.00-18.00), da PromoEvent di via Suffragio 10 (0461 910788) o anche via internet sul sito www.vivaticket.it.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.