Juve, è divorzio con Allegri

(ANSA) - TORINO, 17 MAG - E' divorzio tra la Juventus e Massimiliano Allegri. Dopo cinque anni, altrettanti scudetti e undici trofei in totale, l'allenatore non siederà sulla panchina della Juventus nella prossima stagione. Lo rende noto il club bianconero. L'annuncio della separazione arriva dopo un lungo confronto, che sembrava destinato a proseguire anche oggi. A sorpresa, invece, l'addio al termine dell'allenamento dei bianconeri alla Continassa. Le ragioni dell'addio al tecnico, che aveva ancora un anno di contratto, saranno illustrate domani dallo stesso Allegri e dal presidente Andrea Agnelli in una conferenza stampa congiunta.

Gallerie

Juve, è divorzio con Allegri

(ANSA) - TORINO, 17 MAG - E' divorzio tra la Juventus e Massimiliano Allegri. Dopo cinque anni, altrettanti scudetti e undici trofei in totale, l'allenatore non siederà sulla panchina della Juventus nella prossima stagione. Lo rende noto il club bianconero. L'annuncio della separazione arriva dopo un lungo confronto, che sembrava destinato a proseguire anche oggi. A sorpresa, invece, l'addio al termine dell'allenamento dei bianconeri alla Continassa. Le ragioni dell'addio al tecnico, che aveva ancora un anno di contratto, saranno illustrate domani dallo stesso Allegri e dal presidente Andrea Agnelli in una conferenza stampa congiunta.

Nba, Golden State-Portland 2-0

(ANSA) - ROMA, 17 MAG - I Golden State Warriors hanno battuto Portland in gara 2 della finale di Western Conference e si sono portati così sul 2-0. I Warriors hanno vinto la gara, anche se non l'hanno affatto dominata come si poteva pensare alla vigilia. La partita, che per larghi tratti è stata in mano a Portland, si è conclusa con il punteggio di 114-111, grazie anche a una straordinaria prestazione di Steph Curry: per lui un bottino personale di 37 punti, ma è stato decisivo un gesto atletico notevole allo scadere del tempo, con il quale Andre Igoiudala ha letteralmente strappato di mano la palla a Damian Lillard (autore di 23 punti e 10 assist) ed è andato di corsa a canestro, chiudendo la sfida. Per i campioni in carica questo 2-0 non fa solo punteggio ma anche morale, visto che Portland ha dimostrato di essere in partita e nell'intervallo era addirittura avanti di 15 punti. I Warriors hanno avuto paura, però pian piano sono venuti fuori e alla fine hanno prevalso.

Tennis, Open Italia: Federer agli ottavi e oggi nuovo match

(ANSA) - ROMA, 16 MAG - Giornata di straordinari per i tennisti impegnati agli Internazionali d'Italia dopo il maltempo di ieri. Roger Federer ha battuto il portoghese Joao Sousa in due set con il punteggio di 6-4 6-3, in un'ora e 20 minuti. Il campione svizzero, quattro volte finalista a Roma, tornerà in campo in questa giornata dal menu ricchissimo per gli appassionati per giocarsi un posto nei quarti contro il croato Borna Coric, numero 15 della classifica mondiale e 13esima testa di serie. (ANSA).

Basket: Nba, scivolone Toronto e Bucks vincono gara 1

(ANSA) - ROMA, 16 MAG - I Milwaukee Bucks si sono aggiudicati gara 1 della finale Nba di Eastern Conference giocata questa notte contro i Toronto Raptors. Il risultato finale è stato di 108-100. La partita aveva visto una fiammata iniziale dei canadesi, che l'hanno anche comandata praticamente per tre quarti di tempo, grazie anche alle giocate straordinarie di Kyle Lowry, che a fine partita segnerà uno score personale di 30 punti, a cui vanno aggiunti i 31 di Kawhi Leonard anche lui in gran serata. Ma alla distanza tutto ciò non è bastato per portare a casa il risultato, perchè nell'ultimo quarto di gioco sono venuti fuori i Bucks, con una rimonta inesorabile e il risultato alla fine si è ribaltato, in gran parte per merito di Brook Lopez andato a canestro con 29 punti e 11 rimbalzi. Anche il greco Giannis Antetokounmpo ha timbrato bene il suo cartellino, con 24 punti e 14 rimbalzi. (ANSA).

Moto: Francia, Rossi "voglio tornare sul podio"

(ANSA) - ROMA, 15 MAG - "Voglio tornare sul podio": Valentino Rossi punta dritto all'obiettivo in vista del gran premio di Francia in programma domenica sul circuito di Le Mans. "Il test di Jerez è stato abbastanza positivo e penso che possiamo provare qualcosa durante il weekend in Francia - le parole del 'dottore' - Le Mans è una pista che mi piace molto e la nostra Yamaha è solitamente competitiva. L'obiettivo è quello di avere un buon fine settimana, lavorare bene dal primo turno in poi ed essere veloci sin dal primo giorno. Abbiamo avuto un buon ritmo di gara l'anno scorso, quindi vogliamo iniziare a lavorare da quello". "Spero che il meteo possa reggere durante tutto il weekend, così da poter mostrare tutto il nostro potenziale - ha concluso Rossi - Voglio tornare sul podio e faremo del nostro meglio con la squadra". (ANSA).

Basket: Nba, finali Conference, Golden State vince gara 1

(ANSA) - ROMA, 15 MAG - I Golden State Warriors hanno vinto gara 1 della finale della Western Conference in Nba. I campioni in carica, e grandi favoriti per la conquista del titolo, hanno prevalso con il punteggio di 116-94, trascinanti da un grandissimo Steph Curry, e in campo nessuno si è accorto della pesante assenza di Kevin Durant ancora fermo dopo l'infortunio al polpaccio rimediato nelle semifinali. I padroni di casa hanno comandato le operazioni in campo fin dall'inizio, ma la loro vittoria non è stata facilissima, anche se a un certo punto hanno raggiunto addirittura i 22 punti di vantaggio sugli avversari. Se Curry ha firmato ben 36 punti, con 9 triple, e Klay Thompson ne ha segnati 26, i rivali di portland hanno portato ben cinque giocatori in doppia cifra. Ma Damian Lillard e Cj McCollum non hanno giocato una delle loro migliori partite, fermandosi rispettivamente a 19 e 17 punti. Nelle file di Portland c'era anche il fratello di Curry, Seth, per lui pochi minuti in campo e solo 3 punti di score. (ANSA).

Calcio: De Rossi addio a Roma, dopo 18 anni finisce era

(ANSA) - ROMA, 14 MAG - Daniele De Rossi saluta la Roma. Ma più ancora di questo, il fulmine a ciel sereno è l'annuncio che, a quasi 36 anni, proseguirà all'estero la sua carriera. Dopo quella di Francesco Totti, il club ammaina un'altra bandiera. Contro il Parma, il 26 maggio all'Olimpico, sarà l'ultima gara in giallorosso del centrocampista, 'Capitan Futuro', che ha disputato tutta la carriera con quella maglia, dopo gli inizi con l'Ostia Mare dal 1997 al 2000. Come Totti romano e romanista, è cresciuto nel settore giovanile della società e con la maglia giallorossa ha collezionato, fino ad oggi, 615 presenze, segnando 63 reti nei suoi 18 anni di militanza. Tanti ne sono passati da quel 30 ottobre 2001. All'Olimpico si giocava Roma-Anderlecht, sesta e ultima partita del girone di Champions League della squadra capitolina. Al 71', sul risultato di 1-1, entrò in campo un ragazzino di 18 anni con la maglia numero 27. Oggi De Rossi occupa il secondo posto tra i calciatori con più partite nella Roma, alle spalle dello stesso Totti. E' entrato a far parte del settore giovanile del Club nel 2000, arrivando a debuttare in prima squadra appunto nel 2001, prima di affermarsi rapidamente come uno dei migliori interpreti del suo ruolo. Presenza dominante nel cuore del centrocampo per quasi due decenni, De Rossi ha ufficialmente ereditato la fascia di capitano da Totti a seguito del suo ritiro nel maggio del 2017. Con la Roma, ha vinto per due volte la Coppa Italia nel 2007 e nel 2008 e per una volta la Supercoppa nel 2007, segnando un gol decisivo a San Siro contro l'Inter. E' stato anche campione del mondo in maglia azzurra nel 2006 e con l'Italia ha giocato 117 volte, realizzando 21 reti. Ha partecipato a tre mondiali. Una carriera macchiata, però, da qualche espulsone di troppo. A parte le doti di giocatore, una caratteristica che tutti - avversari e non - hanno sempre riconosciuto a De Rossi è quella di saper parlare uscendo dalla banalità che spesso accompagnano le esternazioni dei giocatori. E' uno che se parla è perché ha qualcosa da dire e lo fa senza giri di parole. E spesso questa sincerità gli ha causato problemi, anche con i tifosi della curva Sud, se c'era da difendere un compagno. Capitano carismatico sempre, dentro e fuori dal campo, non ha mai avuto paura di metterci la faccia. "Per 18 anni, Daniele è stato il cuore pulsante dell'AS Roma" il tributo del presidente James Pallotta. Contro il Parma ultimo match da romanista, poi De Rossi volerà all'estero. E la Roma saluta l'ultima sua bandiera.(ANSA).

Golf: ecco PGA Championship, torna sfida Woods-Molinari

(ANSA) - ROMA, 14 MAG - Da Tiger Woods a Francesco Molinari, i big mondiali si affrontano nel PGA Championship per sollevare al cielo il Wanamaker Trophy. A Bethpage (16-19 maggio), nello stato di New York, va in scena la centunesima edizione di un Major che, per la prima volta dal 1949, si disputa a maggio e non più ad agosto. Da "ultima" a "seconda occasione per la gloria": in palio record e leadership mondiale. Dopo il successo nel Masters Tournament Woods è l'uomo più atteso della rassegna. Il campione californiano tenterà di replicare l'impresa firmata diciassette anni fa quando diventò il sesto player nella storia del golf a conquistare i primi due tornei dell'anno del Grande Slam. Sfida nella sfida tra "Big Cat" e "Chicco" Molinari, che vuole cancellare la delusione Masters. Sarà subito testa a testa, nei primi due round, tra l'americano e l'italiano. Entrambi dovranno fare i conti pure con Brooks Koepka, campione in carica e, per i bookmaker, tra i grandi favoriti al titolo. L'uomo degli ultimi Major (due successi nel 2018 e uno nel 2017) punta al back-to-back. L'ultimo a riuscirci fu proprio Woods nel 2006-2007. Sul green del Bethpage Black Course (dove si disputerà la Ryder Cup 2024), che per la prima volta ospita il PGA Championship, Dustin Johnson punta a difendere la leadership mondiale. Ma sono ben quattro i player che, con un trionfo, potrebbero scalzarlo dal trono. Oltre a Justin Rose, Koepka e Rory McIlroy, ad insidiarlo ecco pure Woods. Per tornare "re" Tiger deve vincere e sperare non solo che Johnson finisca fuori dai primi dieci classificati a Bethpage, ma anche che Rose e Koepka (rispettivamente numero 2 e 3 del ranking) terminino il torneo oltre la seconda posizione. Assenza pesante a New York. Con Justin Thomas (numero cinque al mondo) costretto al forfait per un infortunio al polso. "Sfortunatamente - l'annuncio dello statunitense - non sono ancora guarito. Peccato, questo torneo è davvero speciale per me". Al suo posto giocherà il connazionale Kelly Kraft. Saranno centocinquantasei i player in campo, con Jordan Spieth che darà l'assalto al titolo per coronare il sogno Grande Slam. "Dovrò dare il meglio di me - le dichiarazioni del venticinquenne di Dallas - e limitare gli errori. Solo così potrò farcela". Con cinque successi a testa Walter Hagen e Jack Nicklaus vantano il record di trionfi nel torneo. Con Woods, fermo a quattro (l'ultimo nel 2007), che dopo aver ricevuto da Donald Trump la medaglia presidenziale della libertà punta ad emulare le due leggende americane e realizzare la sedicesima impresa Major in carriera. "L'atmosfera che ci sarà a New York - le parole di Joe LaCava, caddie di Woods - sarà elettrizzante. Non riesco nemmeno a immaginarla ma sono certo che la cornice sarà unica". Nel 2018 Woods (che a Bethpage ha già vinto gli US Open 2002 superando Phil Mickelson, uno dei suoi grandi rivali di sempre) chiuse il torneo in seconda posizione a due colpi da Koepka, con Molinari sesto. Mentre il miglior risultato del piemontese - che torna in campo dopo l'uscita al taglio nell'RBC Heritage (PGA Tour) - è l'argento del 2017 (quando trionfò Thomas).(ANSA).

Premio: il 'Prisco' a Giuseppe Marotta

(ANSA) - Chieti, 13 MAG - Calda e festosa accoglienza questa mattina al Teatro Marrucino di Chieti, in occasione della cerimonia di premiazione della XVII edizione del Premio Nazionale "Giuseppe Prisco" alla lealtà, alla correttezza e alla simpatia sportiva per l'amministratore delegato dell'Inter Giuseppe Marotta, premiato come miglior dirigente dalla giuria della manifestazione. Nessun commento sul campionato, con i nerazzurri impegnati questa sera con il Chievo, ma un ricordo volentieri del compianto ex presidente interista: "Peppino Prisco ancora oggi rappresenta una icona dello sport e del calcio in particolare. I miei per questo, sono ricordi splendidi, seppur senza averlo conosciuto direttamente, di un uomo amante dello sport, che attraverso la sua ironia sottile ha ricondotto il calcio ai suoi valori più belli. Per me oggi - ha spiegato Marotta - essere qui è un grande motivo di orgoglio perché questo Premio ci riporta alla memoria una figura straordinaria del mondo del calcio e dell'Inter, essendo stato per tantissimi anni vice presidente della nostra società". Oltre a Marotta, nella categoria dirigenti, sono stati premiati oggi al Prisco Roberto De Zerbi (Sassuolo) e Federico Chiesa (Fiorentina) nelle altre due categorie Allenatori e Calciatori. Il calciatore viola era però assente e verrà premiato successivamente. La giuria d'intesa con il presidente del Comitato organizzatore Marcello Zaccagnini, ha deciso di attribuire il "Premio Speciale della Giuria" all'ex presidente dell'Inter Cav. Lav. Ernesto Pellegrini. Il Premio Speciale di Giornalismo "Nando Martellini", quest'anno alla sua XV edizione, è stato invece attribuito al giornalista di Sky Sport Maurizio Compagnoni. (ANSA).

Golf, a Sung Kang l'AT&T Byron Nelson

ROMA, 13 MAG - "Un sogno che diventa realtà". Sung Kang vince a sorpresa l'AT&T Byron Nelson superando, in un finale show, diversi big mondiali. Primo trionfo in carriera sul PGA Tour per il sudcoreano, che esulta. "Sono davvero felice - la gioia di Kang - non posso credere sia tutto vero". In Texas, a pochi chilometri da dove vive e si allena, il trentunenne di Jeju ha coronato il desiderio di una vita sportiva. Chiudendo la rassegna in 261 (-23) colpi, due di vantaggio sugli americani Matt Every e Scott Piercy, entrambi secondi con 263 (-21), al termine di un ultimo giro che ha costretto la maggior parte dei giocatori agli straordinari per via dello stop per maltempo nella terza manche. A Dallas anche Brooks Koepka, numero tre del world ranking, è stato costretto ad arrendersi di fronte allo stato di forma di Kang. Lo statunitense s'è piazzato ai piedi del podio, in quarta posizione (264, -20). (ANSA).