Juve-United, Mourinho: "Insultato per 90', ma un errore reagire"

Si è portato la mano all'orecchio e ha discusso con Bonucci, ma non solo. Josè Mourinho si è preso la scena nel finale di Juve-Manchester United, partita vinta dagli inglesi 2-1 dopo un dominio pressoché totale dei bianconeri. "Sono venuto qui per fare il mio lavoro e sono stato insultato per novanta minuti. A freddo non rifarei questo gesto, ma non credo di aver offeso nessuno e sul momento mi è sembrata una risposta a tono a chi ha offeso tutta la famiglia, oltre a quella interista". Quanto alla partita: "Abbiamo fatto una gara fantastica, al meglio, più di così è impossibile per noi che non abbiamo le stesse ambizioni della Juventus. Loro hanno un potenziale superiore, siamo stati fortunati ma l'abbiamo anche cercata giocando positivamente. I cambi oggi ci hanno aiutato, in casa ci sono mancati. Un pari credo fosse più giusto, per la Juve cambia niente a noi tanto perché ora dobbiamo vincere con lo Young Boys e passeremo".