al giardino botanico e alla terrazza

Profumi di fiori e poesia di stelle

Monte Bondone. Iniziano le attività per la stagione estiva

TRENTO. A due passi da Trento, a 1500 metri di quota, il Monte Bondone è un’oasi di tranquillità, dove ogni giorno, d’estate, è possibile respirare aria pura e trascorrere giornate piacevoli e interessanti a contatto con la natura. Qui il Muse - Museo delle Scienze di Trento - ha due delle sue sedi territoriali: il Giardino Botanico Alpino e la Terrazza delle Stelle. Con la bella stagione, giardino e osservatorio riaprono le porte ai visitatori e offrono una serie di attività a tema astronomico e botanico. Quest’anno, il fitto calendario di visite guidate a tema, laboratori per famiglie, teatro scienza, concerti al chiaro di luna e osservazioni del cielo stellato si arricchisce di alcune novità ed eventi speciali. Il Giardino Botanico Alpino è uno dei più antichi ed estesi delle Alpi, con circa duemila specie di piante alpine. La collezione spazia dalle aiuole dedicate ai massicci montuosi del mondo, alle piante officinali, alle acquatiche e quelle in via di estinzione. Per tutta l’estate vengono proposte attività a tema, come visite guidate, laboratori per famiglie o spettacoli di teatro scienza. Tra questi “La mia amica Ape Rina”, “Le cose schifose”, “La gang dell’orto”. E ancora, laboratori per famiglie e bambini, dai cereali di montagna alle tinture naturali, eventi di citizen science - dove ricercatori e visitatori collaborano all’interno di un progetto specifico - e la sempre apprezzata mostra micologica accompagnata da un’escursione alla ricerca di funghi. Il nuovo percorso didattico “Vita in alta quota! Pionieri ed alpinisti del mondo vegetale”, che consente di scoprire in maniera attiva e divertente gli straordinari adattamenti delle piante al difficile ambiente di alta quota, è solo una delle novità dell’estate 2016. Per chi vuole esplorare in autonomia tra le aiuole e approfondire vari aspetti delle piante, il Giardino offre infatti anche una nuova “mappa didattica” per orientarsi. Chi risolve i quiz proposti dalla cartina, riceve in omaggio una bustina di semi di specie alpine. E se esplorando viene fame, “Picnic Alpino” è l’occasione giusta per gustare la pausa pranzo tra le fioriture del Giardino, nelle aree appositamente dedicate.