I Suoni contro la tempesta Vaia 

Evento speciale per Arte Sella. L’11 giugno a Malga Costa concerto di Vinicio Capossela con I Solisti Aquilani e Stefano Nanni «Ripartire e rinascere dalla bellezza, così come a l’Aquila, anche in Trentino e ad Arte Sella», questa la filosofia dell’evento

di KATJA CASAGRANDE

Trento. Arte Sella ospita un pre-opening de i Suoni delle Dolomiti, con l’evento speciale che l’11 giugno vuole ricordare la devastazione inferta ai boschi trentini della tempesta di Vaia dello scorso autunno. Se i segni del passaggio della tempesta sono ancora visibili a monito al quel delicato equilibrio che permette la vita umana sulla terra, un equilibrio in cui è la natura la vincitrice che continuerà ad esistere anche quando e se la vita dell’uomo potrebbe aver visto l’estinzione, ad Arte Sella il ripristino del sito è in pieno svolgimento e prosegue a ritmo serrato per poter permettere alle opere artistiche di risplendere nella magnificenza dell’ingegno e della creatività umana così come ai visitatori di accedere in tutta sicurezza al museo. Installazioni, opere, sculture e architetture, forgiate dall’uomo nella natura sono pronte per l’arrivo dei turisti e visitatori che sempre più apprezzano Arte Sella, che negli anni si è ritagliata un posto di prim’ordine nel panorama internazionale come connubio fra arte e natura, creatività ed elemento naturale.

Ecco che in tale contesto si intreccia l’attività di Arte Sella con il festival che della creatività che incontra la natura ha fatto il suo biglietto da visita Suoni delle Dolomiti, il tutto supportato da Trentino Marketing. Se dunque la scorsa stagione Suoni delle Dolomiti si concluse proprio ad Arte Sella, ecco che un pre opening non poteva che trovare casa proprio ad Arte Sella che ha da poco inaugurato la sua stagione con la presentazione delle nuove opere e con i primi appuntamenti musicali della stagione firmata dalla direzione artistica di Mario Brunello. L’appuntamento con la musica dell’11 giugno ospita un’artista che lega il suo nome sia ad Arte Sella che ai Suoni delle Dolomiti. A due giorni dalla presentazione del suo nuovo disco, in uscita a maggio, ha accettato l’invito a Malga Costa Vinicio Capossela, che sarà accompagnato da I Solisti Aquilani e Stefano Nanni, oltre che Mario Brunello stesso al violoncello. «Capossela - confida Brunello - è un frequentatore di Arte Sella sia come artista che in veste di visitatore in incognito. Quando gli ho presentato il progetto la sua sensibilità lo ha portato ad accettare senza remore, anche se in piena promozione del nuovo disco».

L’artista sempre molto amato e seguito dal pubblico trentino che ha sempre premiato ogni sua esibizione con grandi folle entusiaste, eseguirà diversi brani del proprio repertorio in dialogo con orchestra di archi e, in dialogo, con la bellezza e la natura, che sono “il filo conduttore dell’evento” come ha ben spiegato Brunello. Tras il resto, il musicista ha appena presentato il singolo “Il povero Cristo” che anticipa il suo nuovo e undicesimo album “Ballate per uomini e bestie”, la cui pubblicazione è prevista per il 17 maggio 2019 e che sarà seguito da un tour. Con Capossela in Trentino ci sarà Stefano Nanni, curatore dell’ultimo disco dell’artista, che curerà la parte orchestrale. Un’amicizia la loro - confida Brunello - nata proprio grazie ad un incontro ad Arte Sella».

La parte musicale del concerto è affidata all’orchestra de I Solisti Aquilani. Orchestra che testimonia la ferita inferta oramai dieci anni fa dal terremoto dell’Aquila di cui sono uno dei simboli della rinascita tato che con il loro video sull’ambiente e musiche delle Quattro Stagioni di Vivaldi sono stati assurti a testimonial del cambiamento di natura, clima, arte e interpretazione da parte del Parlamento Europeo di Bruxelles.

«Ripartire e rinascere dalla bellezza, così come a l’Aquila, anche in Trentino e ad Arte Sella» sintetizza l’evento previsto a Malga Costa ore 18 e in caso di maltempo, visto il clima indefinito di questa primavera che solo una settimana fa ha fatto annullare proprio a Arte Sella parte della programmazione di eventi della giornata a causa di una fitta nevicata, ci si sposterà a Teatro Sociale di Trento. È richiesta la prenotazione al concerto perché l’accesso è a numero chiuso. Accanto ai brani del suo repertorio Capossela eseguirà anche alcuni sonetti di Michelangelo musicali da lui stesso e dedicati alla bellezza accompagnato da i Solisti Aquilani, la prestigiosa formazione cameristica che presenterà un concerto tratto da Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi, in dialogo con il violoncello di Mario Brunello. Completa il programma l’interpretazione di Brunello de Pavane pour une infante defunte di Maurice Ravel trascritta da Stefano Nanni, che oltre a curare gli arrangiamenti salirà sul podio per dirigere l’orchestra. Tutti i proventi dell’evento saranno destinati alla ricostruzione degli spazi espositivi di Arte Sella danneggiati dalla tempesta di Vaia di fine ottobre.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.