IL FATTO

La lite finisce a calci e pugni, un arresto a Piné

Intervento dei carabinieri: a processo un ventenne. All'origine del litigio ci sarebbe un problema economico

BASELGA DI PINE'. È finita con un arresto per violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale una lite scoppiata sull'altopiano di Piné tra due persone, degenerata a calci e pugni.

I carabinieri, dopo aver raccolto alcune segnalazioni telefoniche di cittadini allarmati dall'animosità della discussione tra i due uomini, sono intervenuti. Nel dividere le parti, uno dei contendenti, invitato a calmarsi, ha aggredito i militari ma è stato bloccato.

L'arrestato è un ventenne africano, incensurato, che entro oggi verrà processato per direttissima. All'origine della lite - secondo i primi accertamenti - pare ci sia un problema economico, ma l'esatta causa è ancora da stabilire.