Muore dopo una caduta in casa, addio a Fernando Cioffi 

Il lutto. Era presidente della coop Abc Irifor, aveva 79 anni. In passato la politica con la Dc: era stato assessore comunale Dirigente sanitario, aveva guidato anche l’”ospedalino”. Mercoledì il funerale a Villazzano: lascia la moglie e due figli

di Valentina Leone

Trento. Un uomo dalle molteplici vite, ma tutte con un unico comune denominatore: l’impegno per il prossimo, per la società. Così viene ricordato Fernando Cioffi, presidente della cooperativa Abc Irifor, già assessore comunale a Trento e presidente dell’allora comprensorio sanitario, deceduto ieri mattina nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Santa Chiara di Trento: Cioffi, che il prossimo anno avrebbe compiuto 80 anni, era ricoverato da lunedì scorso, dopo esser rimasto vittima di una brutta caduta in casa. Lascia la moglie, due figli e tre nipoti.

L’impegno politico

Tante vite, dunque: una prima, importantissima, dedicata alla politica. Nella Democrazia cristiana, al fianco di Giorgio Grigolli, del quale fu il principale collaboratore, ma anche di Bruno Kessler. Cioffi divenne poi anche consigliere comunale a Trento, tra gli anni ’80 e ’90, e poi assessore con delega alle attività produttive. Fu presidente dell’allora Usl, guidando anche il comprensorio C5, della Valle dell’Adige, quindi ospedale Santa Chiara e ospedalino, “e tutte le nomine e le scelte più importanti, soprattutto dei primari, passavano per lui”, ricorda Lorenzo Andreatta, capo ufficio stampa del Comune e nel consiglio di Abc Irifor.

Il ricordo

«Diversamente da quello che accade oggi, dove se non si sa si improvvisa, Fernando era una persona preparata, se non sapeva approfondiva, studiava prima di prendere una decisione. Era un uomo generoso e altruista, sempre impegnato nel sociale, che si dava da fare», aggiunge Andreatta.

«Fernando ci mancherà tantissimo, in tutti questi anni e fino all’ultimo giorno non ha mai smesso di dare il suo apporto nella cooperativa». Così lo ricorda invece Ferdinando Ceccato, direttore della coop Abc Irifor, che con Cioffi ha condiviso circa vent’anni di lavoro e impegno, gomito a gomito, per le persone ipovedenti.

Cofondatore di Irifor

«Dal 2015 aveva assunto la carica di presidente - racconta Ceccato - ma era stato anche uno dei soci fondatori di Irifor, nel 2008. E sempre lui aveva caldeggiato molto la fusione con la cooperativa Abc, un progetto realizzato partendo anche dal suo impulso e grazie poi a tutto il lavoro e l’impegno che ci aveva messo sia nella fase della fusione che successivamente: Fernando era una persona seria, e sapeva che in queste cose non basta solo crederci a parole, ma bisogna esserci costantemente, darsi da fare, ed è così che lui ha sempre fatto, dando sempre tantissimo».

L’amicizia tra Cioffi e Ceccato ha però radici ben più antiche: «Lavoravamo insieme sin dal 1998, ci eravamo conosciuti perché lui era nel consiglio dell’Unione ciechi e ipovedenti di Trento. Da lì ne è nata una grandissima amicizia: Fernando era una persona vera e profonda, un grande uomo - conclude - che mancherà tanto a tutti».

I funerali si terranno mercoledì, probabilmente nella chiesa di San Rocco di Villazzano, dove viveva con la moglie.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.