Matteo è volato via a 12 anni ma sorrideva fino all’ultimo 

Il lutto. Tutta Montesover si stringe alla famiglia Todeschi per la perdita del piccolo che era affetto fin dalla nascita da una terribile malattia che non gli ha lasciato scampo. Oggi i funerali

Montesover. Se ne è andato troppo presto. Matteo ha lasciato questa terra e i suoi genitori e il fratellino in un mare di dolore. Matteo Todeschi è volato via, come hanno scritto i suoi genitori nel necrologio, a 12 anni, nella sua casa di Montesover. Sabato sera ha avuto una crisi e il suo fisico, già debilitato da una grave malattia che lo affliggeva fin dalla nascita, non ha retto. Inutili i disperati tentativi del padre Eros e della mamma Marina di strapparlo a un destino che è sempre stato poco benevolo con lui. E dire che Matteo era un bambino forte e coraggioso, come mostra la foto del necrologio.

Un bambino sorridente che fa il segno del tutto a posto, con il pollice verso l’alto e un sorriso smagliante, nonostante sia costretto su una sedia speciale. Nella sua breve vita ha sempre lottato, ma sempre con il sorriso e con grandissimo coraggio. Tutti in paese lo vedevano con la sua cartella andare a scuola, frequentava la seconda media e ci andava molto volentieri, anche se per lui era una fatica molto maggiore rispetto ai suoi coetanei. La sua famiglia sperava che quella maledetta paralisi cerebrale che lo aveva tormentato dalla nascita potesse allentare la presa ancora per qualche anno. Del resto ogni giorno passato con Matteo era un giorno regalato. Ma le varie complicazioni che si sono aggiunte non hanno lasciato scampo al piccolo.

E adesso per la sua famiglia, ma anche per tutti i compagni e per tutto il paese di Montesover, dove Matteo viveva nel rione del Borgo, è giunto il momento del dolore, ma anche del ricordo. Il ricordo di un bambino bello e solare, sorridente e coraggioso.

Il funerale si terrà oggi nella chiesa del paese alle 14,30 e sarà celebrato dal parroco di Sover don Mario. Mezzora prima in chiesa ci sarà il Rosario. Tutto il paese prega per i suoi genitori e per il fratellino e si stringerà a loro in questo momento tristissimo.

Un momento in cui tutti vogliono dimostrare la propria vicinanza a una famiglia che ha sempre sostenuto con grande affetto il bambino. Un piccolo che è stato come un raggio di sole nella vita del paese, un raggio di sole durato troppo poco tempo.