Loss ospite solitaria alle Materne Il Pd attacca: «Siamo allibiti» 

Trento. La protagonista a specifica domanda risponde tranquilla: «Io a Lona Lases? Non sono nata lì. Ma a Trieste e cresciuta in Primiero» osserva Martina Loss, candidata del centrodestra alle...

Trento. La protagonista a specifica domanda risponde tranquilla: «Io a Lona Lases? Non sono nata lì. Ma a Trieste e cresciuta in Primiero» osserva Martina Loss, candidata del centrodestra alle suppletive per Trento e valli limitrofe, compresa dunque Lona Lases. Il tutto nasce da un dubbio: che ci azzecca Loss invitata domenica come “autorità” alla festa della scuola dell’infanzia di quella località, organizzata e pubblicizzata dalla Federazione provinciale delle scuole materne? Nulla, per la verità. Ed il fatto viene stigmatizzato dal Pd:«Nel presentare un pomeriggio di iniziative presso la Scuola dell’infanzia “Sorgente Arcobaleno” di Lona Lases, il comunicato annuncia come saluti delle autorità – al pari del sindaco del Comune – gli interventi del consigliere provinciale della Lega Denis Paoli e addirittura della candidata leghista alle prossime elezioni suppletive Martina Loss. Lascia allibiti che una realtà come la Federazione provinciale Scuole materne di Trento, che svolge un servizio pubblico, non percepisca l’inopportunità e l’insensatezza di trascinare la scuola in campagna elettorale. Nell’augurarci una immediata smentita di quanto annunciato, confidiamo che la scuola rimanga un luogo di crescita e di formazione libero dalle etichette politiche» osserva il capogruppo in Provincia dei Dem, Giorgio Tonini.

Lo sconcerto dei Dem

Va detto insomma che più che con Loss, che certo non poteva sapere con chi fosse stata invitata tra i banchi della scuola, il Pd se la prende con l’istituto in questione. Dicendo che, se proprio voleva invitare aspiranti parlamentari, poteva in effetti allargare la chiamata anche a Giulia Merlo, centrosinistra e a Lorenzo Leoni, M5s.

Loss non si è fatta poi problemi a chiamare la solerte scuola e a spiegare: «Ho chiarito. Si tratta solo di un’errata spiegazione nel comunicato stampa che è stato fatto circolare. Io accompagno solo il consigliere provinciale di zona, sì Denis Paoli, che va alla festa in sostituzione dell'assessore Mirko Bisesti. Io - concede Martina Loss- sono comunque un rappresentante istituzionale della Lega come consigliere comunale di Trento. Ma dico anche che non è previsto nessun mio intervento». Insomma la par condicio a quel punto parrebbe salva. Anche se il Pd qualche dubbio lo ha .G.T.