oggi la festa

Lavis brinda ai 50 anni di sacerdozio di padre Baccin

LAVIS. Giornata di festa oggi a Lavis per padre Giuseppe Baccin, che raggiunge i 50 anni di sacerdozio. Amato in borgata, padre Giuseppe è sacerdote a Lavis dal settembre 1983. Fino al 1998 è stato...

LAVIS. Giornata di festa oggi a Lavis per padre Giuseppe Baccin, che raggiunge i 50 anni di sacerdozio. Amato in borgata, padre Giuseppe è sacerdote a Lavis dal settembre 1983. Fino al 1998 è stato maestro di religione all’elementare ed è ora cappellano della rsa “Giovanni Endrizzi” (dove, da 10 anni, celebra la messa domenicale). È nato a Mogadiscio, in Somalia, il 24 settembre 1937: sotto il Fascismo, la città africana era divenuta la capitale della Somalia italiana. Il padre, falegname, aveva contribuito alla costruzione della cattedrale di Mogadiscio. Nel 1941, le truppe inglesi iniziarono l'occupazione della colonia italiana. Padre Giuseppe, con genitori e fratelli, fu così costretto a ritornare a Pederobba, paese trevigiano da dove i Baccin erano partiti.

Dopo essersi iscritto al seminario di Treviso, nel 1951 Giuseppe passò al seminario minore dei Canossiani a Fonzaso (nel Bellunese). Da lì, nel 1955 entrò nel noviziato canossiano a Castelli, frazione di Monfumo, in provincia di Treviso. Dopo la prima professione religiosa (1956), e quella perpetua (1961), Giuseppe proseguì gli studi a Monselice (Pd) e ad Asolo (Tv), dove frequentò il corso teologico. Nel 1963, appunto cinquant'anni fa, fu ordinato sacerdote e iniziò la sua carriera: prima come assistente a Feltre, poi a Fonzaso, Voghera e Caltagirone (Ct), dal 1973 (per 10 anni) assistente nell'oratorio parrocchiale di St.Vincent, in val d'Aosta, dal settembre 1983 a Lavis, dove ancora vive ed opera.

Il suo paese di adozione (e i suoi fedeli, che chiama “anime belle”) si preparano quindi oggi a festeggiare padre Giuseppe. Si inizia alle 10, nella chiesa arcipretale S. Udalrico, con la partecipazione del coro S. Cecilia. Quindi gli auguri alla rsa, con le autorità e i residenti, e la benedizione della statua mariana nel nuovo parco. Dopo il pranzo, la festa in Oratorio con la merenda e una mostra fotografica dedicata al sacerdote.(d.e.)