TRENTO

Ladri in azione in via Cervara, il colpo seguito in diretta dal telefonino

Il furto è avvenuto in pochi minuti. Spariti preziosi per oltre 10 mila euro

TRENTO. Ennesimo furto in via della Cervara a Trento, è il secondo in pochi giorni; il terzo nella zona, se si conta un altro colpo messo a segno in via Luigi dei Campi, sempre nei giorni scorsi.

Questa volta i ladri hanno rubato "in diretta", sotto gli occhi dei proprietari. La famiglia trentina era a Roma, il primo Novembre. Dal cellulare ha assistito al furto di oltre 10 mila euro (ma la stima è per difetto) in preziosi. L’allarme intrusione, collegato all’apparecchio telefonico, ha seguito passo passo i ladri.

«Abbiamo assistito impotenti. È accaduto tutto in pochi minuti» ricorda la signora. «Quando è suonato l’allarme di casa abbiamo scoperto che stavano entrando. Abbiamo sensori ovunque. Erano le 18.36: “allarme intrusione”. Siamo al piano rialzato, i ladri sono entrati in casa dal poggiolo. Hanno rotto il vetro della porta finestra del soggiorno con un punteruolo. Nel foro hanno introdotto un ferro ricurvo, si ipotizza. Con questo hanno aperto la maniglia, alzandola». A quel punto tutti i sensori della casa si sono attivati, l’allarme ha iniziato a suonare. «Due minuti per lo scasso, alle 18.38 erano dentro -prosegue nel racconto la signora-. In 10, 12 minuti, incuranti della sirena, hanno messo a segno il colpo. Quando sono usciti hanno richiuso la porta finestra. Sono spariti degli ori antichi, che hanno un valore inestimabile. Sinceramente non li ho mai fatti stimare. Potrei dire almeno 10 mila euro, ma la cifra è per difetto».

Numerosi gli elementi raccolti comunque dalle forze dell’ordine. Si sommano a quelli già in possesso e relativi agli altri colpi messi a segno nella zona. La pista dei furti alla Cervara non è un vicolo cieco.