«Ict Days», l’innovazione che ti può cambiare la vita

Al via l’edizione 2014 della kermesse che mette insieme ricerca e business Convegni, dibattiti e applicazioni pratiche per coinvolgere tutti i cittadini

di Matteo Ciangherotti

TRENTO. Informare, coinvolgere, trasformare. Sono le tre parole d’ordine degli ICT Days 2014 con gli Orizzonti puntati sul 2016. Perché la grande kermesse dell’innovazione organizzata da Trento Rise insieme ai suoi due soci fondatori, l’Università di Trento e la Fondazione Bruno Kessler, guarda e punta sempre in avanti, progetta e si autoprogetta. Quest’anno è la sesta edizione che si svolgerà dal 2 al 4 aprile con appuntamenti, convegni e incontri alternati tra le sedi universitarie di Trento e di Povo. ICT Days, oltre a Università e Fbk, coinvolge tutte le componenti dell’ecosistema trentino dell’innovazione: dalla pubblica amministrazione al mondo della ricerca, dal business agli attori pubblici, dagli studenti ai cittadini. Perché l’innovazione è un fatto collettivo: la si fa insieme. L’innovazione tecnologica che stravolge le abitudini collettive e si trasforma in (nuovo) processo industriale. Così ICT Days vuole anche «attrezzare» la cittadinanza al cambiamento in corso, così da coglierne fino in fondo le opportunità, vincerne le sfide e provare a migliorare la qualità della vita di ciascuno. Tra gli appuntamenti principi di questa edizione degli ICT Days spicca la giornata di incontro tra i giovani studenti e laureati del settore ICT (Information & Communication Technologies) e oltre 50 aziende innovative (il Placement Day del 2 aprile); le conferenze sull’innovazione di speaker di rilievo nazionale e internazionale (2, 3 e 4 aprile); l’evento Tecnologie Trasversali (3 aprile) dedicato al meglio della tecnologia made in Trentino; infine, l’inaugurazione della seconda edizione dell’acceleratore di talenti ICT, TechPeaks (il 4 aprile). Gli ICT Days vogliono essere «un grande momento di confronto per tutto il Trentino su cosa significa fare innovazione – spiega Gian Pietro Picco, responsabile del dipartimento di ingegneria e scienze dell’informazione (Disi) dell’università di Trento –; gli investimenti in ICT tornano amplificati in termini di PIL, di imprenditorialità e di creazione di nuove aziende. E qui in Trentino non ci sono solo gli investimenti, ma pure la massa critica di ricercatori di cui abbiamo bisogno per farli fruttare. Questa attività di divulgazione è importante anche per mostrare cosa si fa qui in Trentino». E infatti gli ICT Days – Orizzonti 2016 sono un importante momento di incontro e dibattito fra tutti gli attori coinvolti nel processo dell’innovazione. «Un processo complesso ma ineluttabile - dice Ivan Pilati, strategy manager di Trento Rise - dal quale dobbiamo sforzarci di ottenere il massimo beneficio. Come? Confrontandoci con il resto del mondo e dialogando con il territorio, in primis con le tante aziende trentine che fanno dell’innovazione la base del loro vantaggio competitivo». A Povo lo spazio sarà dedicato alla parte più strettamente tecnologica e hi-tech di ICT Days con eventi rivolti soprattutto agli addetti ai lavori, studenti, docenti, ricercatori e startuppper. La cittadinanza sarà invece coinvolta attraverso dibattiti e tavole rotonde.