CINEMA

I misteri della foresta di ghiaccio

La prima del film girato in Trentino

TRENTO. Ieri sera al cinema ultisala Modena di Trento, è stato presentato in anteprima "La foresta di ghiaccio" con il regista Claudio Noce, il protagonista Domenico Diele, l’attore di origine trentine Giovanni Vettorazzo, del direttore della fotografia Michele Attanasio e del produttore Andrea Paris.

Foto: le immagini sul set trentino
Video: guarda il trailer

Il film è stato presentato recentemente al Festival di Roma ed è stato girato con il sostegno di Trentino Film Commission e la collaborazione del Consorzio Turistico Valle del Chiese, dei Comuni di Daone e Roncone e di Hydro Dolomiti Enel srl.

E' ambientato al confine tra Italia e Slovenia ma è stato interamente girato in Trentino. Nella zona della Valle del Chiese, tra la Centrale di Cimego, i boschi di Roncone, e la Valle di Daone, tra gli imponenti sbarramenti delle dighe di Bissina e Boazzo e nel piccolo agglomerato di baite in località Limes, che è diventato il paese dove si sviluppa la storia.

"La foresta di ghiaccio" è il secondo lungometraggio di Claudio Noce con Emir Kusturica, Ksenia Rappoport, Adriano Giannini, Domenico Diele e il roveretano Giovanni Vettorazzo, racconta un incredibile mistero che si sviluppa dietro l'apparente serenità di un piccolo paese alpino. Con una tempesta che incombe minacciosa sullo sfondo, Pietro, un giovane tecnico specializzato, arriva nella valle per riparare un guasto alla centrale elettrica in alta quota, e si trova improvvisamente di fronte ad una strana sparizione. Si consuma quindi lo scontro fra il giovane Pietro e due fratelli, Lorenzo e Secondo, che vivono e lavorano nella zona. Quando il ragazzo comprende l'origine dei segreti nascosti nel cuore della valle, le tensioni esplodono e comincia un gioco di specchi deformanti in cui nessuno è immune dal sospetto, neppure Lana, la zoologa esperta di orsi. Il regista Claudio Noce, il protagonista Domenico Diele e Giovanni Vettorazzo saranno disponibili per interviste.