Conzatti, orgoglio popolare con Ap 

L’ex segretaria Upt ha partecipato alla direzione nazionale del nuovo soggetto

TRENTO. «Siamo pronti a rappresentare i popolari nelle competizioni elettorali, con l'onore della battaglia politica vinta tanto a livello locale che nazionale».

Getta il suo guanto di sfida Donatella Conzatti, ex segretaria politica dell’Upt e ora membro della direzione nazionale di Alternativa Popolare alla quale ha preso parte a Roma due giorni fa. «La Direzione è stata un esempio di confronto democratico, civile e rispettoso delle reciproche ed inconciliabili posizioni. Voglio iniziare con questa premessa - spiega Conzatti - per un confronto con i Parlamentini provinciali Upt in cui i popolari vincitori di due congressi si sono visti osteggiati negli organi e a mezzo stampa dai cantieristi, capitanati da Dellai, che volevano una lista unica col Pd. La direzione nazionale di AP ha visto la Ministra Beatrice Lorenzin capofila della nostra stessa proposta politica. L'emendamento dei popolari trentini ancora una volta è stato salvifico, per la cultura popolare. Oggi ci viene riconosciuto il merito del coraggio e della determinazione nell'aver tenuto alta la bandiera del popolarismo, una cultura politica che sopratutto nel Trentino di Degasperi, l'Upt si era assunta l'onore e l'onore di interpretare. Gli aderenti Upt ci hanno sempre sostenuti facendoci vincere con la tesi civico popolare due importanti congressi. Un popolarismo osteggiato da chi desiderava un cantiere con il Pd sin dal 2015. E che nel 2014 ha ostacolato, senza successo, la scelta europea di sostenere il rappresentante Ppe Herbert Dorfmann» - conclude Donatella Conzatti.