Chris Vinante, dalla val di Fiemme a Londra

Il disc jockey trentino che ha fatto le valigie sognando Frank Sinatra

di Michele Zadra

 CAVALESE. Non sempre i sogni restano nel cassetto. Lo dimostra la storia di Christian Vinante Giovannini: dalla val di Fiemme ai palcoscenici di Londra.  Una storia che ha alla base la passione per la musica con un risultato che però è arrivato dopo anni di pazienza e sacrifici. Tutto inizia in val di Fiemme dove Christian lavora come "pierre" e "dj" in discoteca, ad esempio al Master Club di Predazzo e al Mardok di Cavalese. Poi si dedica all'organizzazione di concorsi di bellezza, animazione in discoteca, sfilate ma il Trentino gli va stretto e parte per Londra.  Siamo nel settembre del 1999. I primi tempi non sono facili: Christian lavora in ristoranti e pizzerie della capitale inglese come cameriere, cuoco, pizzaiolo, per molte ore e per pochi soldi, però alla lunga i primi risultati arrivano. La prima esibizione assoluta è alla pizzeria Fratelli La Bufala ad Hamstead Heath, una delle zone più rinomate di Londra. Quindi Christian cambia lavoro passando ad una compagnia siciliana, esportatrice in Inghilterra di vini e prodotti tipici e con la musica, in particolare con la passione per quella di Frank Sinatra, inizia a fare sul serio cominciando a prendere lezioni di canto. Poi i primi concerti in vari locali londinesi, dapprima con magri risultati e poi via via con esiti sempre migliori.  Attualmente Christian o "Chris Vinante" si esibisce in due ristoranti molto popolari a Londra, da "Giuseppe's" vicino al London Bridge e "L'Arancina" a Notting Hill. Christian si è poi esibito alla festa dei professori della "London School of Commerce" in una delle leggendarie sale del "Cafè Royale" a Piccadilly Circus, locale frequentato da Oscar Wilde e Winston Churchill e dove si sono esibiti Sinatra ed Enrico Caruso. Si esibisce tutti gli anni a "parties" di Scotland Yard ed ha pure in cantiere un evento presso i magazzini Harrod's in collaborazione con la più grande associazione di italiani in Inghilterra, la "Italians of London".  Questa è la storia di Christian Vinante, londinese a tutti gli effetti ma con la Val di Fiemme sempre nel cuore, dove torna almeno due volte l'anno per salutare la madre e gli amici e fare qualche escursione sul Lagorai o agli Oclini.