l’impresa

Alessandro Corazza porta il gagliardetto Sat sul Manaslu

TRENTO. È l’ottava vetta più alta al mondo, il Manaslu, uno dei massicci più selvaggi e spettacolari del Nepal. Ed Alessandro Corazza, trentino, attualmente sono presidente della Commissione...

TRENTO. È l’ottava vetta più alta al mondo, il Manaslu, uno dei massicci più selvaggi e spettacolari del Nepal. Ed Alessandro Corazza, trentino, attualmente sono presidente della Commissione escursionismo della Sat l’ha conquistata in settembre.

Lo ha raccontato in un diario pubblicato sul suo profilo Facebook, corredato da una raccolta di foto e di citazioni (da Erri De Luca a Paolo Cognetti), che trasmettono l’entusiasmo e la meraviglia di arrivare a quota 8.163 metri. Corazza racconta di aver affrontato la spedizione in Nepal che come obiettivo aveva la cima a vetta del Manaslu, conquistata il 27 settembre scorso alle 5.30 del mattino. Una spedizione, aggiunge l’alpinista, è stata coronata con il gagliardetto della Sat «fissato in cima per ringraziare chi mi ha insegnato a "camminare" in montagna».

Esperienza che dimostra, scriva ancora Corazza, come anche una persona "normale", non professionista, non sponsorizzato e non "superuomo" può farcela, sperando che possa servire da stimolo ai giovani ad avvicinarsi al mondo della Sat e della montagna, sofferente di giovani negli ultimi anni.